Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1005

Risultati da 401 a 410 DI 1005

04/09/2013 L'avversione alle perdite deriva da complessi meccanismi cerebrali

È l'amigdala a renderci troppo prudenti
I ricercatori dell’Università Vita-Salute San Raffaele, in uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista The Journal of Neuroscience e finanziato dalla Fondazione Cariplo e da Schroders Italy SIM, mostrano che è l’amigdala, il centro neurale della paura e dell’ansia, a fare da “centralina” per l’esagerata anticipazione del dolore conseguente alle possibili perdite derivanti da una scelta.
I ricercatori del Centro di Neuroscienze Cognitive e del CRESA – Centro di Ricerca in Epistemologia ... (Continua)

09/08/2013 12:52:29 Terapia fortemente innovativa secondo la Fda

Serelaxina per lo scompenso cardiaco acuto
Basandosi sulle evidenze cliniche disponibili, la Fda americana ha definito serelaxina una “breakthrough therapy”, ovvero una terapia fortemente innovativa.
Le evidenze considerate “dimostrano un sostanziale miglioramento rispetto alle terapie attualmente disponibili”.
Lo studio a cui fa riferimento la Fda in particolare è Relax-Ahf, un trial di fase III che ha dimostrato una riduzione del 37 per cento della mortalità a 6 mesi da un episodio di scompenso cardiaco acuto rispetto ai ... (Continua)

09/08/2013 Rischio più elevato di patologie coronariche

Saltare la colazione fa male al cuore
Mai saltare la prima colazione. Non è soltanto un consiglio dietetico fondamentale, ma riguarda anche la salute del proprio cuore. A dirlo sono i ricercatori della Harvard School of Public Health, che hanno condotto un'ampia ricerca su circa 27mila uomini fra i 45 e gli 82 anni nel lasso di tempo che va dal 1992 al 2008.
Lo studio, pubblicato su Circulation, mostra come per gli uomini che saltano la colazione vi sia un rischio di sviluppare una patologia cardiaca del 27 per cento più alto ... (Continua)

22/07/2013 Trattamento tradizionale migliore dei farmaci a bersaglio molecolare
Tumori del polmone da fumo, la vecchia chemio è più efficace
Uno studio italiano pubblicato su The Lancet Oncology ha dimostrato che per il trattamento del 90% dei tumori del polmone non a piccole cellule la chemioterapia standard è più efficace rispetto a uno dei nuovi farmaci a bersaglio molecolare, cioè in grado di colpire solo le cellule malate.
I pazienti trattati con la chemioterapia hanno una sopravvivenza superiore rispetto ai pazienti trattati con il farmaco erlotinib. Il lavoro pubblicato su The Lancet Oncology rende noti i risultati ... (Continua)
22/07/2013 Un riposo adeguato allontana il rischio della malattia

Dormire bene per evitare il diabete
Dormire in maniera corretta consente di allontanare il rischio di diabete e malattie cardiovascolari. A dirlo è una ricerca dell'Università di Sindney condotta dall'équipe di Peter Liu, che ne ha presentato i dettagli nel corso dell'incontro annuale dell'Endocrine Society che si è tenuto a San Francisco.
Lo studio è stato effettuato su un campione di 19 pazienti diabetici con un'età media di 28,6 anni che, secondo quanto da loro stessi riferito, avevano avuto problemi di sonno per una media ... (Continua)

17/07/2013 15:57:56 Fra chi ha problemi di peso l'incidenza di calcoli biliari è più alta
Colelitiasi più probabile se si è in sovrappeso
Una ricerca danese evidenzia il nesso fra un indice di massa corporea elevato e l'aumento del rischio di insorgenza di colelitiasi sintomatica, in particolare fra le donne. Lo studio diretto da Anne Tybjærg-Hansen, professore di biochimica clinica del Rigshospitalet, Copenhagen University Hospital, segnala l'accentuazione del rischio di calcolosi biliare per chi ha problemi di peso.
Sulle pagine di Hepatology si legge: “un elevato Bmi fa salire le probabilità ... (Continua)
12/07/2013 15:17:19 Un nuovo tipo di ventilazione riduce il rischio di complicanze

Nuova tecnica per un'anestesia generale meno rischiosa
Cambia il modo di ventilare meccanicamente i pazienti in anestesia generale: la rivoluzione nelle sale operatorie partirà da Varese e avrà una rilevanza mondiale. Uno studio tutto varesino realizzato dal Dipartimento di Scienza e Alta Tecnologia dell’Università dell’Insubria, in collaborazione con il Dipartimento di Anestesiologia dell’Azienda Ospedaliera di Circolo e Fondazione Macchi di Varese, ha puntato i riflettori su una nuova modalità di ventilazione meccanica nell’anestesia generale, ... (Continua)

10/07/2013 09:20:24 Studio europeo dimostra la stretta relazione con lo smog

L'inquinamento causa tumori al polmone, ora è certo
È stato pubblicato su Lancet Oncology uno studio europeo svolto su oltre 300.000 persone residenti in 9 paesi europei che ha dimostrato che più alta è la concentrazione di inquinanti nell’aria maggiore è il rischio di sviluppare un tumore al polmone. È inoltre emerso che i centri italiani monitorati hanno la più alta presenza di inquinanti.
Allo studio hanno collaborato 36 centri europei, oltre 50 ricercatori. Ha contribuito un gruppo di ricerca dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, ... (Continua)

10/07/2013 Pericolo maggiore per chi soffre di una malattia arteriosa

Rischio atrofia cerebrale con bassa pressione diastolica
Un team di ricerca olandese ha individuato un nesso fra la bassa pressione diastolica e l'atrofia cerebrale nei pazienti colpiti da una patologia arteriosa. Lo studio, pubblicato su Jama Neurology dagli scienziati dello University Medical Center di Utrecht, ha analizzato un campione costituito da 663 pazienti con un'età media di 57 anni, in prevalenza uomini, affetti da problemi alle coronarie, patologie delle arterie periferiche o aneurismi dell'aorta addominale.
Stando ai risultati, i ... (Continua)

09/07/2013 Nuovo tipo di anestesia rende meno invasivo l'intervento

Uno spray allontana la paura del dentista
Prima ancora del trapano, quando andiamo dal dentista a farci paura è l'anestesia. L'iniezione alle gengive è senz'altro utile, ma comunque dolorosa. Per questo un gruppo di ricercatori dell'Università di Buffalo ha pensato di proporre un'alternativa meno invasiva, uno spray nasale.
Lo spray è basato sull'utilizzo di proprietà anestetiche simili a quelle usate per le iniezioni. La mistura, sperimentata con successo, è chiamata Mist Kovacaine ed è a base di Tetracaina (3%) e oximetazolina ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale