Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1005

Risultati da 641 a 650 DI 1005

31/12/2010 10:31:39 Più insidiose del previsto le goccioline di Flügge

Influenza, occhio all'aria secca e alla scarsa igiene
Iniziare il nuovo anno con uno starnuto non è proprio il massimo, ma è un'eventualità tutt'altro che improbabile. Il raffreddore, infatti, è un appuntamento della stagione invernale assolutamente indesiderato, ma che ogni anno colpisce oltre 22 milioni di italiani. Non è un semplice disturbo, ma una vera infezione delle vie aeree che provoca malessere generale, mancanza di concentrazione, affaticamento, difficoltà a dormire e mal di testa.
Le cause? L’aria secca (sia in ambienti interni, sia ... (Continua)

30/12/2010 Una ricerca l'aveva collegato al disturbo, ma è stata smentita

La sindrome da fatica cronica non è colpa del virus Xmrv
Una ricerca del 2009 aveva associato il virus Xmrv alla sindrome da fatica cronica, oggi quella ricerca è stata smentita.
Lo ha dimostrato uno studio pubblicato dalla rivista Retrovirology, secondo cui quell'esperimento è stato minato da una contaminazione accidentale. La ricerca di due anni fa aveva suggerito la relazione dopo aver trovato tracce del virus in alcuni campioni di pazienti affetti dalla sindrome e in altri con un tumore alla prostata.
Secondo il nuovo studio realizzato in ... (Continua)

23/12/2010 Riviste e giochi possono diffondere varie patologie infettive

Sale d'attesa veicolo di infezioni
Sedersi nella sala d'attesa del medico, del dentista o di un laboratorio di analisi e sfogliare con fare annoiato una vecchia rivista. Una scena che si ripete ogni giorno in pressoché ogni studio medico e che sembrerebbe del tutto priva di pericoli.
Tuttavia, molti ambulatori medici inglesi hanno deciso di togliere le riviste dalle sale d'attesa, e i giochi e libri per bambini nel caso degli studi dei pediatri. La ragione è appunto la possibile diffusione di agenti patogeni veicolati da ... (Continua)

14/12/2010 Protegge dai radicali liberi più degli altri carotenoidi

Astaxantina, molecola del benessere
L’Astaxantina appartiene ad un gruppo di pigmenti naturali conosciuti come carotenoidi e si trova in molti organismi viventi. I carotenoidi si trovano principalmente nelle piante, nelle alghe e nei batteri fotosintetici e anche in alcuni batteri non fotosintetici (lieviti e muffe) dove svolgono una funzione protettiva contro il danno da luce e ossigeno.
I carotenoidi vengono incorporati dagli animali solo attraverso la dieta e forniscono loro colorazioni brillanti, agiscono come ... (Continua)

09/12/2010 Individuato nuovo marcatore attendibile per gli attacchi di cuore

Analisi del sangue per predire il rischio di infarto
Basta un semplice test del sangue per verificare le probabilità che intervenga in futuro un attacco di cuore.
Un nuovo test del sangue messo a punto dalla Roche predice il rischio di infarto entro 6 anni in pazienti apparentemente sani.
L'esame, 10 volte più sensibile di quello attualmente utilizzato, si basa sulla ricerca e misurazione delle concentrazioni minime della “proteina troponina T cardiaca” (cTnT). Se questa proteina è presente anche in dosi ridottissime il rischio di ... (Continua)

07/12/2010 Rispetto agli SSRI aumentano i rischi di malattie cardiovascolari

Antidepressivi triciclici pericolosi per il cuore
Alcuni tra i più comuni medicinali contro la depressione, i cosiddetti antidepressivi triciclici (TCA), possono avere effetti dannosi sul corpo, ed in particolare sul cuore. È quanto emerge da una ricerca condotta dall’University College di Londra e pubblicata sull’'European Heart Journal'.
L'analisi ha coinvolto un campione di persone di cui il 2,2% assumeva antidepressivi triciclici, il 2% inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) e lo 0,7% altri tipi di ... (Continua)

02/12/2010 La lunghezza delle dita segno di potenziali problemi alla prostata

Indice lungo? Il cancro alla prostata si allontana
Sembra paradossale, ma pare che osservare le proprie dita possa costituire un test di primo livello per la diagnosi di un possibile cancro alla prostata. A sostenere la curiosa tesi è una serissima ricerca inglese della Warwick University e dell'Institute of Cancer Research, che hanno pubblicato le loro conclusioni sull'autorevole British Journal of Cancer.
Stando agli esiti della ricerca, nel caso in cui l'indice della propria mano sia, come nella norma, più lungo dell'anulare il rischio ... (Continua)

24/11/2010 Nuove opzioni terapeutiche in patologie caratterizzate da morte neuronale

Una ricerca per i bambini disabili
Un progetto che ha lo scopo di migliorare la qualità di vita dei piccoli disabili è stato siglato dal professor Marcello Brunelli, ricercatore dell’Università di Pisa, il dottor Daniele Tonlorenzi, e la presidente dell’Associazione “Amici di Elsa”, Manuela Bondielli. Gli interessati intendono sviluppare una serie di ricerche, volte ad individuare i meccanismi della percezione sensoriomotoria e cognitiva nelle disabilità infantili, con nuovi metodi che sono utilizzati dai più recenti risultati ... (Continua)

19/11/2010 Ridefiniti i criteri di classificazione

Artrite reumatoide, come scoprirla e come curarla
Forse il riconoscimento dell'artrite reumatoide nelle fasi precoci sarà d'ora in poi facilitato. I ricercatori dell’American College of Rheumatology e dell’European League against Rheumatism hanno infatti appena ridefinito i criteri di classificazione per l’artrite reumatoide focalizzando l’attenzione sui fattori in grado di discriminare al meglio tra pazienti più o meno a rischio di sviluppare la malattia. I nuovi criteri sono stati pubblicati recentemente sulla rivista “Annals of Rheumatic ... (Continua)

09/11/2010 Basta un'inalazione e si è liberi dai sintomi per 24 ore

Asma, un farmaco efficace e semplice da usare
È arrivato in Italia un farmaco, il mometasone furoato in un nuovo erogatore (nome commerciale Asmanex), che, grazie al sapore che permette al paziente di avere la certezza di aver assunto la dose, al contatore che rende possibile tenere sotto controllo la quantità di farmaco ancora a disposizione, e non richiedendo né il distanziatore né altri strumenti diversi da quelli già forniti nella confezione, consente di rispondere alla richiesta di comodità e semplicità d'uso. Il paziente deve solo ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale