Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 411

Risultati da 291 a 300 DI 411

05/03/2010 Ricerca americana sottolinea l'efficacia di un dispositivo portatile

L'emicrania va via con gli impulsi magnetici
Far passare il mal di testa grazie ad impulsi magnetici. È questa l'idea di un team di ricercatori dell'Albert Einstein College of Medicine di New York, che in base a una sperimentazione effettuata su un gruppo di volontari che soffrono di emicranie ricorrenti ha stabilito l'efficacia di un dispositivo portatile funzionante sulla base di impulsi magnetici.
Il dispositivo tecnologico può rappresentare una valida alternativa ai farmaci; funziona emettendo una stimolazione transcranica ... (Continua)

04/03/2010 10:45:37 I “neuroni specchio” riconoscono azioni inappropriate in 200 millisecondi.

Fai uno sbaglio? Le donne lo capiscono prima
Una ricerca italiana indica che le donne hanno una maggiore suscettibilità alle azioni incongruenti rispetto agli uomini, i quali in compenso sono più razionali.
Lo studio, recentemente apparso sulla rivista Neuropsychologia, consente di comprendere i processi neuronali che si attivano nel momento in cui osserviamo un’azione “sbagliata” inducendoci, per esempio, a non imitarla.
La ricerca è nata dalla collaborazione fra il team di Alice Mado Proverbio della Bicocca di Milano e Federica ... (Continua)

24/02/2010 10:47:18 Stimolazione cerebrale profonda su una paziente di 12 anni

Eccezionale intervento di neurochirurgia
Si tratta del primo intervento di questo tipo in Italia. Un gruppo di neurochirurghi dell’ospedale Meyer di Firenze ha effettuato un’operazione di stimolazione cerebrale profonda (DBS, Deep Brain Stimulation) su una ragazzina di 12 anni che presentava problemi di paralisi cerebrale in forma spastico-distonica e non reagiva positivamente alle terapie convenzionali, sia farmacologiche che fisioterapiche.
L’équipe di Neurochirurgia del Meyer guidata dal dott. Lorenzo Genitori ha operato per ... (Continua)

18/02/2010 Interventi sempre meno invasivi, veloci e da ripetere nel tempo

Brunch lift, dal chirurgo estetico in pausa pranzo
Sono sempre maggiori le richieste di interventi last minute, leggeri e non invasivi, quasi invisibili, da ripetere nel tempo e che diano un aspetto di benessere, ma senza stravolgere i tratti, son quegli interventi che possibilmente si possono effettuare in pochissimo tempo e perché no allora… durante la pausa pranzo!
Da questa esigenza nasce il brunch lift, un piccolo intervento non chirurgico del volto e di rapida esecuzione. Può essere effettuato in poco meno di 1 ora e senza la ... (Continua)

11/02/2010 10:38:12 Studio italiano sulle basi neurali dell'auto-trascendenza

Anche la spiritualità ha ragioni scientifiche
A volte gli opposti si attraggono. La spiritualità intesa come frutto di particolari condizioni neurologiche. È questo il senso della ricerca di un'équipe italiana pubblicata sulla prestigiosa rivista Neuron.
La tendenza a trascendere i confini spazio-temporali della propria presenza fisica e proiettare la rappresentazione di se stessi in una realtà spirituale è un'esigenza fondamentale dell'essere umano. Tuttavia, la tendenza alla spiritualità varia nei diversi individui non solo in ... (Continua)

02/02/2010 Esperimento genetico americano sul ringiovanimento delle cellule

Dal sangue dei topi un elisir di lunga vita
Viene dagli Stati Uniti l'ultimo tentativo di allungare la vita puntando sulla genetica. Un'équipe di ricercatori dell'Harvard Stem Cell Institute di Boston, nel Massachusetts, ha realizzato un esperimento su topi da laboratorio con il quale si è riusciti a ringiovanire gli esemplari più anziani utilizzando il sangue di quelli più giovani.
La ricerca, pubblicata su Nature, ha dimostrato che unendo il sangue di due topi separati da una significativa differenza d'età, le cellule staminali ... (Continua)

01/02/2010 Ricercatori francesi replicano a un precedente studio inglese

Sul punto G è scontro
Non c'è pace per il povero dott. Gräfenberg. Dopo che alcuni ricercatori inglesi avevano affermato infatti che il famoso punto G, chiamato così proprio in onore del ginecologo tedesco che per primo ne dichiarò l'esistenza, in realtà sarebbe un'invenzione, ecco arrivare in suo soccorso uno specialista francese, il dott. Sylvain Mimoun.
Secondo il medico francese, infatti, lo studio inglese ha basato le proprie conclusioni su presupposti sbagliati: “Ci sono tre idee false sul punto G: ... (Continua)

12/12/2009 Ricerca italiana svela alcuni meccanismi relativi all'elaborazione del dolore

Se osservi il tuo dolore, soffri meno
La visione del dolore per soffrire meno. Ciò che sembra un paradosso è in realtà l'ipotesi scientifica proposta da una ricerca neurologica italiana. Lo studio, nato dalla collaborazione fra l’IRCCS Fondazione Santa Lucia e l’Università di Roma La Sapienza, punta a far luce sui meccanismi alla base del dolore fisico.
Di fronte all'osservazione del nostro corpo sottoposto a stimolazioni dolorose, reagiremmo diminuendone sia l'intensità sia la percezione della sua spiacevolezza.
Il nostro ... (Continua)

10/11/2009 La proteina inibisce il desiderio di sostanze che creano dipendenza

Alcool e droghe si combattono con l'alfa-lattoalbumina
Oltre l’85% dei pazienti disintossicati dall’alcool presentano successive ricadute, anche se sottoposti a regime di ricovero e dimessi dopo la completa remissione dei sintomi di astinenza (1).
Fattore determinante delle ricadute sarebbe il ripresentarsi di fattori stressanti (2, 3). Anche l’esposizione a stimoli che sono stati regolarmente associati all’assunzione di alcool può provocare ricadute (4).
La dipendenza da alcool, come da droghe, è stata relazionata allo sviluppo di una ... (Continua)

02/11/2009 15:41:13 Ricerca neurologica punta al recupero da traumi al midollo spinale

Come rigenerare il midollo spinale
Al momento è un'utopia, ma in futuro la rigenerazione del midollo spinale potrebbe diventare realtà. Ciò comporterebbe ad esempio il recupero, parziale o completo, dell'uso degli arti nei casi di traumi al midollo spinale.
È l'obiettivo a cui tendono alcuni ricercatori della San Diego School of Medicine dell'Università della California. Gli scienziati americani hanno portato a termine un esperimento in laboratorio di rigenerazione del midollo spinale su una serie di topi, e sulla base dei ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale