Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1136

Risultati da 551 a 560 DI 1136

31/01/2012 12:03:25 
Lesioni del cranio
Lesioni del cranio

In caso di lesione cranica bisogna sempre sospettare una lesione a livello della colonna cervicale.
Le lesioni craniche si possono suddividere in fratture del cranio e della faccia e lesioni cerebrali. Le lesioni cerebrali possono essere dirette, nei casi in cui il cervello sia direttamente lacerato, perforato o contuso, o indirette, nel caso in cui il cervello subisca un danno a causa dell’inestensibilità della scatola cranica. Quest’ultimo caso si presenta ... (Continua)
31/01/2012 12:02:16 
Bendaggi e fasciature
Bendaggi e fasciature

Servono per proteggere aree ferite o ustionate dalla contaminazione microbica, per controllare la perdita di sangue o per sostenere un’articolazione traumatizzata. Le bende possono essere di tela, di garza o di tessuto elastico, ma in caso di emergenza si possono utilizzare anche fazzoletti, tovaglioli o strisce di biancheria di qualsiasi genere. È importante che una fasciatura, pur essendo ben salda, non comprometta la circolazione arteriosa.

Come ... (Continua)
31/01/2012 11:40:30 
Angina pectoris e infarto del miocardio
Angina pectoris e infarto del miocardio

Quando il muscolo cardiaco è sottoposto a uno sforzo intenso a causa di uno stress fisico o emozionale, le arterie coronarie sane si dilatano per fornire al miocardio una quantità superiore di sangue ossigenato. Se questi vasi sono ristretti come conseguenza di una malattia coronarica, il rifornimento di sangue ossigenato diventa insufficiente. In alcuni individui, in seguito alla riduzione di ossigeno al tessuto miocardico, si sviluppa un ... (Continua)
31/01/2012 Approvato negli Stati Uniti un nuovo macchinario laser

Sistema mininvasivo per eliminare la cellulite
Dagli Stati Uniti una soluzione mininvasiva per la cellulite. È stato approvato dalla Fda americana Cellulaze, un nuovo macchinario laser che opera sui cuscinetti di grasso senza provocare traumi e soprattutto fornendo risultati concreti con una sola seduta.
Lo strumento, prodotto dall'azienda Cynosure, è il risultato di quattro anni di ricerca clinica, e si presenta come l'unico strumento in grado di trattare il disturbo in maniera mininvasiva ed efficace senza dover ricorrere alle ... (Continua)

25/01/2012 10:24:15 Un progetto per l'uso di biomateriali innovativi
InnovaBone per la rigenerazione ossea
Uno dei maggiori problemi sanitari in tutta Europa è relativo alle lesioni ossee, una vera e propria “epidemia” legata anche all'aumentata incidenza dell'osteoporosi. Per questo motivo, la Commissione Europea ha deciso il lancio di un nuovo progetto di ricerca volto alla sperimentazione di biomateriali innovativi che possano far rientrare l'emergenza.
Il progetto prende il nome di InnovaBone, uno studio di durata quadriennale che coinvolgerà quattordici partner tra università, centri di ... (Continua)
24/01/2012 Studio dimostra la rigenerazione dei tessuti su modello murino
Ricostruire il pene con le staminali
Il pene può essere ricostruito grazie alle cellule staminali. È il risultato di uno studio pubblicato su Pnas da un team della Tulane University di New Orleans. I ricercatori guidati da Wayne Hellstrom sono riusciti a ristabilire la funzione erettile in topi che mostravano tessuti danneggiati, grazie a una rigenerazione degli stessi basata sull'utilizzo delle staminali.
Si tratta di una tecnica che, sebbene verificata soltanto su modello murino, potrebbe tradursi in un sostanziale passo in ... (Continua)
19/01/2012 Le proteine Foxa rendono gli uomini più suscettibili alla neoplasia

Tumore al fegato, ecco perché gli uomini sono più a rischio
Il tumore del fegato colpisce in prevalenza gli uomini, ma per quale motivo? Lo spiega una ricerca pubblicata sulla rivista Cell da un team dell'Università della Pennsylvania guidato dal genetista Klaus Kaestner.
Finora erano rimasti oscuri i meccanismi molecolari per i quali gli androgeni promuovono il cancro epatico al contrario degli estrogeni che lo prevengono. I ricercatori americani hanno scoperto che la differenza dipende dal modo in cui alcune proteine regolatrici della ... (Continua)

18/01/2012 12:45:08 Ricerca sui meccanismi che regolano la funzionalità delle ossa
Nuovi meccanismi per preservare le ossa
La salute delle ossa è di fondamentale importanza per poter condurre una vita normale già dall’infanzia. Uno studio condotto dall’Università de L’Aquila in collaborazione con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, pubblicato su Nature Comminications, indica che esistono nuovi meccanismi che regolano in modo assai complesso il metabolismo delle cellule presenti nelle ossa.
L’obiettivo dello studio era comprendere come alcuni fattori importanti per le cellule ossee lavorassero in maniera ... (Continua)
04/01/2012 12:28:34 Oltre a possedere una funzione connettiva trasferiscono informazioni

Le cellule gliali regolano le sinapsi neuronali
Nuovi modelli computerizzati sulle funzioni delle componenti del tessuto nervoso centrale hanno messo in luce caratteristiche inaspettate che riguardano le cellule della glia. Queste fino a oggi sono state riconosciute come cellule del tessuto nervoso che svolgono un’importante funzione connettiva, ossia quella di tenere insieme le altre strutture cellulari.
In un recente studio svoltosi presso l’Università di Tel Aviv (TAU) ha reso evidente altre funzioni, più attive e importanti, di queste ... (Continua)

04/01/2012 In futuro l'obiettivo è far crescere nuove cellule ciliate

Scoperto il gene associato alla sordità in vecchiaia
Una ricerca americana ha individuato un gene il cui funzionamento appare legato all'insorgenza della sordità in vecchiaia. Si tratta di FGF20, un gene la cui rimozione su modello murino ha determinato la perdita completa dell'udito degli animali.
La ricerca, pubblicata su Plos Biology dagli scienziati della Washington University School of Medicine, apre la via a nuovi tipi di trattamenti che siano in grado di prevenire la perdita dell'udito negli anziani oltre i 60 anni di età. Nel corso ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale