Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1136

Risultati da 701 a 710 DI 1136

27/10/2010 L’approccio clinico rappresenta un problema complesso
Il Nodulo solitario del polmone
I noduli solitari del polmone (NPS) sono lesioni rotondeggianti che non superano i 3 cm di diametro, completamente circondate da parenchima polmonare normale, senza altre anomalie associate. Le formazioni superiori ai 3 cm sono più propriamente dette masse e spesso sono di natura maligna. I noduli solitari del polmone possono essere riscontrati in maniera casuale, nel corso di esami di imaging condotti a livello di collo, arti superiori, torace, addome, e vengono descritti all’incirca nello ... (Continua)
26/10/2010 Possibili nuove terapie per le malattie respiratorie

Recettori per le sostanze amare nei polmoni
Se pensavate che i recettori per il gusto si trovassero solo sulla lingua e sul palato vi sbagliavate!
Sono stati individuati dei recettori per l'amaro anche nei polmoni. La scoperta ha sorpreso lo stesso gruppo di ricercatori che ne è l'artefice, ma dopo una fase iniziale di scetticismo il team dello pneumologo statunitense Stephen Liggett ha effettivamente dimostrato il funzionamento di tali recettori a livello della muscolatura liscia dei bronchi.
Lo studio è stato condotto ... (Continua)

25/10/2010 11:00:13 Ricerca evidenzia la presenza della molecola FSH in molti tipi di cancro

Tumori, scoperto un nuovo biomarcatore
Una ricerca franco-statunitense ha scoperto la presenza della molecola FSH, il già conosciuto recettore dell'ormone follicolo stimolante, nei tessuti tumorali umani. La ricerca, in collaborazione fra l'istituto francese Inserm e la Mount Sinai School of Medicine di New York, è stata pubblicata sul New England Journal of Medicine e potrebbe consentire in futuro di svelare l'esistenza di un tumore in stadio precoce.
Per giungere a questi risultati, gli scienziati hanno analizzato i tessuti ... (Continua)

20/10/2010 Studio del Galeazzi apre nuovi scenari alla sperimentazione farmacologica

Dallo zebrafish una speranza nella lotta all’osteoporosi
Una ricerca italiana punta a trovare una cura più efficace per l'osteoporosi. Si tratta di uno studio promosso dall’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi in collaborazione con la Fondazione Istituto Insubrico di Ricerca per la Vita che ha come oggetto lo zebrafish, le cui caratteristiche genetiche, molto simili a quelle dell’uomo, lo rendono ideale per gli studi in laboratorio e il cui utilizzo, nel recente passato, ha interessato l’ambito delle cellule staminali.
Anche lo scheletro del Danio ... (Continua)

19/10/2010 Una protesi dinamica che non ha bisogno di essere fissata
Novità per il trattamento dell'ernia inguinale
Nell'ambito del 112° congresso Nazionale di Chirurgia tenutosi a Roma, è stato presentato uno studio che ha permesso la messa a punto di una innovativa protesi tridimensionale in polipropilene da utilizzare nel trattamento delle ernie della parete addominale. Le protesi attualmente utilizzate nella chirurgia dei laparoceli sono statiche e quindi in contrasto con la fisiologia dinamica della parete addominale. Spesso l'utilizzo di tali dispositivi porta alla lacerazione della parete addominale ... (Continua)
11/10/2010 Test innovativo può predire con maggior anticipo la malattia

Tumore ai polmoni, un nuovo test
Un semplice prelievo di tessuto della guancia potrebbe diminuire considerevolmente i tempi della diagnosi nel caso di tumore al polmone. Lo affermano alcuni ricercatori della Northwestern University di Chicago, negli Stati Uniti.
Il nuovo test si basa su uno studio pubblicato dalla rivista di settore Cancer Research che dimostrava la distribuzione irregolare della cromatina nelle persone affette dalla patologia. La cromatina serve a produrre i cromosomi nelle cellule interne delle guance e ... (Continua)

08/10/2010 Nuovi dati provano la correlazione tra le due patologie

Infiammazione e aumento di peso, un nesso
Stress, alimentazione sregolata e ridotta attività fisica, queste le cause fino ad ora più note di sovrappeso e obesità. Generate, di fatto, da stili di vita non corretti che, nel lungo periodo, risultano estremamente dannosi per la nostra salute. Oggi, però, la ricerca scientifica ha dimostrato che sovrappeso e obesità possono essere indotti da un altro fattore di rischio, non ancora preso in considerazione: l’infiammazione.
A fare luce sull’argomento, in occasione dell’Obesity Day 2010, ... (Continua)

08/10/2010 Trattamento per ritardare l'effetto degenerativo della malattia
Distrofia di Duchenne, nuovi bersagli farmacologici
Battere la distrofia di Duchenne sul tempo. Una ricerca condotta da Pier Lorenzo Puri, ricercatore presso l’Istituto Telethon Dulbecco e l’IRCCS Fondazione Santa Lucia di Roma, ha chiarito ulteriormente i meccanismi con cui le cellule staminali presenti nei muscoli possono rigenerare nuovo tessuto in risposta a un danno.
Pubblicato sulla rivista Cell Stem Cell e sostenuto anche da Parent Project Onlus, lo studio ha individuato nuovi bersagli farmacologici da sfruttare per rinviare il più ... (Continua)
07/10/2010 Le armi della prevenzione
Le vene blu sulle gambe
D’accordo gli esperti: ci si preoccupa principalmente del fattore estetico.
E si ignora così che i primi antiestetici segni sulle gambe
possono essere l’anticamera
di patologie anche gravi
e portare al ricovero in ospedale.
In agguato, addirittura, l’embolia polmonare.
Ecco le armi della prevenzione:
corretto stile di vita, flavonoidi micronizzati
e calze elastiche.





Intervista a
Claudio Allegra

Presidente della Union ... (Continua)
06/10/2010 Scoperta italiana sulle malattie del fegato

Fegato malato, le staminali lo riparano
In coincidenza con un fegato in difficoltà, intervengono le cellule staminali del midollo osseo che, attraverso il plasma, accorrono per curare l'organo compromesso da patologie gravi o quando una sezione di tessuto epatico viene asportata a causa di un tumore o di altre lesioni.
Le cellule staminali del midollo osseo intervengono quando quelle proprie del fegato non riescono più a garantire l'autorigenerazione dell'organo. È una scoperta dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma a ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale