Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 163

Risultati da 91 a 100 DI 163

20/01/2011 Le probabilità di fecondazione aumentano con l'utilizzo degli antiossidanti

Antiossidanti per scongiurare la sterilità
La fertilità degli uomini può essere sollecitata attraverso l'assunzione di antiossidanti e vitamine. È quanto hanno scoperto alcuni ricercatori dell'Università di Auckland, in Nuova Zelanda, che hanno pubblicato i risultati sulla rivista Cochrane Library.
I ricercatori hanno preso in esame 34 studi precedenti sulla fecondazione assistita e su coppie che vi avevano fatto ricorso per problemi di fertilità dell'uomo, dovuti essenzialmente a una bassa percentuale di spermatozoi e a una ... (Continua)

10/01/2011 Studio registra la riduzione dell'attivazione sessuale di fronte al pianto

Le lacrime spengono il desiderio
Un curioso studio di ricercatori del Weizmann Institute ha posto un legame negativo fra il pianto e l'attivazione sessuale maschile. Secondo l'articolo pubblicato su Science Express, le lacrime trasmettono una serie di emozioni intense nel soggetto che assiste, e nel caso degli uomini fra le impressioni registrate c'è un calo netto del desiderio, anche nell'eventualità in cui la donna che piange non è materialmente presente.
I ricercatori israeliani del dipartimento di Neurobiologia del ... (Continua)

02/12/2010 La lunghezza delle dita segno di potenziali problemi alla prostata

Indice lungo? Il cancro alla prostata si allontana
Sembra paradossale, ma pare che osservare le proprie dita possa costituire un test di primo livello per la diagnosi di un possibile cancro alla prostata. A sostenere la curiosa tesi è una serissima ricerca inglese della Warwick University e dell'Institute of Cancer Research, che hanno pubblicato le loro conclusioni sull'autorevole British Journal of Cancer.
Stando agli esiti della ricerca, nel caso in cui l'indice della propria mano sia, come nella norma, più lungo dell'anulare il rischio ... (Continua)

09/11/2010 Aggiungere la chemioterapia alla terapia ormonale salva il 43% dei malati

I progressi nella cura del tumore alla prostata
Il cancro alla prostata è il tipo di tumore più diffuso nel sesso maschile e circa 36.000 casi vengono diagnosticati ogni anno, un terzo dei quali in stadio già avanzato.
Le morti per questa neoplasia possono essere quasi dimezzate se si aggiunge la radioterapia a quella ormonale. Lo ha dimostrato uno studio presentato alla conferenza del National Cancer research Institute a Liverpool. I ricercatori hanno esaminato un campione di 1.200 uomini che avevano un tumore alla prostata che si era ... (Continua)

03/11/2010 Il drospirenone riaccende la voglia

Calo del desiderio femminile e pillola
Le donne italiane e il sesso pare siano sempre più distanti: ben il 30% presenta un calo drastico del desiderio, secondo un recentissimo studio dell’Università di Pavia.
Le cause non sembrano essere di tipo psicologico, né legate all'inaffidabilità dei partner, sembra invece che siano di origine biologica, determinate da un basso livello di endorfine, le molecole che regolano i meccanismi di gratificazione e di protezione dal dolore.
Oggi arriva uno studio che premia una molecola, ... (Continua)

07/10/2010 Bassi livelli dell'ormone favoriscono l'insorgenza della patologia
Testosterone fattore di rischio per l'Alzheimer
Il testosterone, l'ormone sessuale maschile, è associato all'Alzheimer. Nello specifico, una sua carenza prolungata nel tempo faciliterebbe lo sviluppo della malattia. A sostenerlo è uno studio condotto dall'Università di Hong Kong, che si è basato sull'analisi di un gruppo di 153 uomini a partire dai 55 anni a cui non era stata diagnosticata la malattia, ma che ne mostravano i primissimi sintomi, come perdite di memoria occasionali e lievi problemi cognitivi.
Passato un anno, 10 soggetti ... (Continua)
09/09/2010 Si apre l'arruolamento per uno studio di Fase 3 su un farmaco innovativo
Studio clinico per il carcinoma della prostata
All'ospedale San Camillo Forlanini di Roma si è aperto l’arruolamento in uno studio clinico di Fase 3 di pazienti affetti da carcinoma della prostata. A dirigere la sperimentazione il Dr. Cora Sternberge.
Lo studio si pone come obiettivo di valutare l’efficacia e la sicurezza di un innovativo farmaco per il trattamento di forme avanzate di carcinoma della prostata e in particolare del carcinoma prostatico resistente alla castrazione (CRPC). I pazienti affetti dal tumore e che hanno già ... (Continua)
07/07/2010 L'ipogonadismo legato alla bassa produzione di testosterone

Ricerca individua i nove sintomi della “menopausa maschile”
Un gruppo di ricerca finanziato dall'Unione Europea ha identificato i sintomi precisi dell'ipogonadismo maschile, patologia definita spesso “menopausa maschile” che colpisce il 2 per cento degli uomini.
La ricerca, della durata di sette anni, ha stilato i nove sintomi alla base della scarsa produzione di testosterone, il fattore scatenante della malattia. I ricercatori, originari di vari paesi europei, hanno pubblicato i risultati dello studio sulla rivista New England Journal of ... (Continua)

26/05/2010 10:39:12 I livelli dell'ormone influirebbero sulla credulità delle donne

La sfiducia delle donne causata dal testosterone
Non più solo ormone del desiderio. Ora il testosterone viene chiamato in causa anche per spiegare atteggiamenti diffidenti da parte delle donne. Una ricerca olandese dell'Università di Utrecht ha dimostrato che il testosterone influisce sul grado di fiducia che le donne nutrono nei confronti degli altri.
I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences e forniscono le basi per una valutazione più complessa dell'ormone, considerato ... (Continua)

16/04/2010 13:13:08 Ricerca italo-americana svela i segreti per vivere di più e meglio

Ritardare l'invecchiamento mangiando meno
Dagli organismi unicellulari all’uomo, tutti gli esseri viventi vivono più a lungo grazie alla riduzione dell’apporto calorico.
Lo spiega l’ultimo numero di Science in uscita domani con un lungo articolo che passa in rassegna i meccanismi metabolici e molecolari che rallentano l’invecchiamento e promuovono salute negli animali da esperimento e nell’uomo sottoposti a un regime di restrizione calorica o ad altri interventi genetici e farmacologici che simulano la restrizione calorica. Il primo ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale