Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 586

Risultati da 461 a 470 DI 586

02/05/2007 

Sindrome di Omenn
Ora per i bambini affetti dalla Sindrome di Omenn c’è una speranza di guarigione in più, grazie al modello animale della malattia realizzato, mediante tecniche di ingegneria genetica, nei laboratori del Reparto Genoma Umano dell’Istituto di tecnologie biomediche (Itb) del Consiglio nazionale delle ricerche di Milano.
Il risultato è l’ultimo prodotto del Progetto Genoma Umano che, dopo aver stabilito la sequenza di tutto il Dna dell’uomo, si dedica ora alla comprensione del suo ... (Continua)

30/03/2007 
Cuore infartuato rigenerato con le staminali
Nei laboratori dell’Istituto nazionale di biostrutture e biosistemi per la prima volta cuori di ratti sottoposti ad infarto sperimentale sono stati rigenerati col trapianto di cellule staminali umane di tipo mesenchimale, isolate da placenta a termine.
Le ricerche sono state coordinate dal professor Carlo Ventura in collaborazione con il prof. Fabio Recchia, il prof. Gian Paolo Bagnara, il prof. Gianandrea Pasquinelli. Lo studio è stato appena pubblicato sul prestigioso “Journal of ... (Continua)
23/03/2007 
Batte un cuore artificiale tutto italiano
E’ iniziata con successo nel Centro Cardiochirurgico dell’Università di Bochum a Bad Oeynhausen la sperimentazione clinica del dispositivo di assistenza cardiaca BestBeat, il primo cuore artificiale italiano nato nei laboratori CNR di Pisa e prodotto da NewCorTec, impiantato su un paziente tedesco di 68 anni.
Il dispositivo di assistenza cardiaca resta l’opzione più concreta come “ponte al trapianto”, considerando che a fronte di 100 mila malati l’anno con scompensi così gravi da ... (Continua)
16/03/2007 

Staminali, un ormone le stimola
Uno studio condotto a Genova apre nuovi spiragli nella cura di malattie quali l'anemia o nella cura dei fallimenti da trapianto di midollo. Tale studio ha chiarito che le cellule umane sono in grado di produrre un ormone vegetale capace di stimolare la formazione dei granulociti neutrofili e la proliferazione delle cellule staminali mesenchimali.
''Si tratta di una novità' inaspettata, un paradosso biologico incredibile: e' il primo esempio che si riporti di cellule di mammifero, umane in ... (Continua)

22/01/2007 
Distrofia di Duchenne e staminali autologhe
Uno studio della Fondazione Policlinico di Milano, avviato due anni fa su otto bambini malati, fra i 5 e gli 8 anni di età, ha svelato che il trapianto di cellule staminali autologhe, prelevate dalla gamba, moltiplicate in laboratorio e reiniettate nella mano, è sicuro contro la distrofia muscolare di Duchenne.
In due dei pazienti trattati “è stato osservato un ambiente favorevole alla rigenerazione muscolare e allo sviluppo di nuovi vasi”, ha spiegato Torrente invitando comunque ... (Continua)
18/01/2007 
Trapianto di staminali
Le cellule staminali del cordone ombelicale, conservato dopo la nascita, hanno consentito ai medici di salvare una bambina affetta da leucemia acuta linfoblastica (Lal). La notizia è data dall'edizione elettronica di “Pediatrics”, il giornale dell’Accademia americana di pediatria. E' il primo caso di trapianto autologo ematopoietico in un piccolo malato. Scontati i dibattiti etici relativi alla conservazione privata del cordone ombellicale.
All'età di tre anni era stata ... (Continua)
11/01/2007 
Trastuzumab e bevacizumab contro carcinoma mammario
Gli entusiasmanti risultati di uno studio clinico dimostrano per la prima volta che la combinazione di due anticorpi umanizzati, trastuzumab e bevacizumab ha il potenziale per fornire una nuova e potente arma per la lotta contro una forma particolarmente aggressiva di carcinoma mammario. Lo studio di fase II presentato al San Antonio Breast Cancer Symposium (SABCS) ha indagato sul trattamento di prima linea del carcinoma mammario HER2-positivo avanzato (o "metastatico"). Oltre la metà (54%) dei ... (Continua)
20/12/2006 
Malattie croniche del fegato
In Italia, ogni anno muoiono più di ventimila persone per malattie croniche di fegato, come la cirrosi e l'epatocarcinoma. E il 10% di loro era affetto da epatite C, spesso senza nemmeno saperlo. Eppure, un recente studio coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità dimostra che l’epatite C è causa unica o concausa di danno epatico nel 65% delle persone ricoverate per malattia cronica di fegato. "La frequenza dell’infezione cronica da HCV in Italia - afferma il professor Antonio Gasbarrini ... (Continua)
14/12/2006 
Malattie dello scheletro
Sono oltre 100 le malattie rare che minacciano il nostro scheletro. A volte innocue, altre gravi, molte incurabili. “C’è un problema di investimenti e uno di formazione professionale”, ha detto l’endocrinologa Maria Luisa Brandi, che a Firenze dirige il Centro di diagnosi delle malattie genetiche dell'osso di cui è noto il gene responsabile, “Se i privati non spendono per la ricerca in un settore senza ritorno economico, come appunto le malattie rare, può farlo solo la sanità pubblica, perché ... (Continua)
13/12/2006 

Le fratture degli arti inferiori
Gli incidenti stradali in Italia sono moltissimi. Cifre da bollettino di guerra. A rimanerne coinvolti soprattutto i ragazzi ed i giovani adulti. Spesso la strada è l’anticamera della sala operatoria.
«Chi ha un incidente con la bicicletta - spiega Michel Oransky, Direttore UOC Chirurgia Ortopedica “S.Camillo” di Roma e Presidente del Congresso per la sessione “Fratture complesse dell’arto inferiore”- solitamente riporta un trauma alla testa, alle spalle, ma spesso anche al femore. I ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale