Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 131

Risultati da 121 a 130 DI 131

27/05/2004 
Smog: inutile usare mascherine o stare a casa
E’ stata intrapresa da parte del Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica dell’Università degli Studi di Padova, in collaborazione con la e con l’ARPAV, una ricerca sui possibili effetti sulla salute dell’ inquinamento da polveri sottili nel Comune di Padova.
Tali particelle rappresentano un’importante componente dell'inquinamento urbano, al quale contribuisce anche il traffico veicolare. Numerosi studi, effettuati in moltissime parti del mondo, hanno individuato ... (Continua)
04/05/2004 

Le malattie cardiovascolari
1. Cosa è la malattia cardiovascolare?

Il termine malattia cardiovascolare (CVD) si riferisce ad un’ampia gamma di disturbi del cuore e dei vasi sanguigni. La causa principale della CVD è l’aterosclerosi (un termine generico per indicare il restringimento e l’indurimento delle arterie).

Ci sono diverse tipologie di CVD, e sono:

•la cardiopatia coronarica (CHD);
•la malattia cerebrovascolare (CBVD);
•la malattia del sistema vascolare ... (Continua)

07/01/2004 
Policitemia Vera: meno rischi di trombosi con Aspirina
L'Aspirina è efficace e sicura contro il rischio trombosi nei pazienti con policitemia vera.
Somministrata a basse dosi, l’aspirina riduce significativamente il rischio di trombosi in pazienti affetti da policitemia vera, una malattia proliferativa cronica caratterizzata da un progressivo aumento dei globuli rossi e causata dall’alterato funzionamento delle cellule staminali del midollo emopoietico. Questi i risultati dello studio pubblicato oggi sul “New England Medical Journal” da ... (Continua)
27/01/2003 
Troppe ore immobili davanti al computer: rischio trombosi
Descritto da medici neozelandesi un caso di 'trombosi da computer'. Si tratta di un ragazzo che, dopo aver lavorato al computer per 18 ore consecutive, rischiava di morire per un coagulo che ostruiva il flusso di sangue nei polmoni. Secondo i ricercatori neozelandesi, che hanno descritto il caso sulla rivista 'European Respiratory Journal', questa sindrome dovuta ad immobilita' sarebbe simile a quella chiamata 'da classe economica', che si puo' verificare nei passeggeri dei voli ... (Continua)
27/11/2002 
Diabetici a rischio malattie cardiovascolari
Scoperto perché i diabetici sono soggetti a maggior rischio cardiovascolare. La ridotta capacità dei vasi sanguigni di ripararsi spiega la maggiore incidenza nei diabetici di complicazioni cardiovascolari come ictus e trombosi. Lo hanno scoperto ricercatori statunitensi notando che le cellule staminali endoteliali (quelle che hanno il compito di riparare i danni di cuore, arterie e vene) si riproducono a velocita' inferiori della meta' rispetto al normale. E, inoltre, non riescono ad ... (Continua)
04/03/2002 
Trombosi, colpa del DNA
Nella metà dei casi di patologia, la responsabilità è tutta del nostro patrimonio genetico. A porlo sul banco degli accusati è il prof. Wolfgang Schramm, della Società di trombosi ed ematologia tedesca, intervenendo al congresso annuale. Un tedesco su dieci è a rischio, prosegue Schramm, ma solo uno su mille si ammala di trombosi. ''Una malattia che può essere eccellentemente trattata - spiega il medico - se viene riconosciuta in tempo''.
Al simposio è stato anche presentato un quadro ... (Continua)
09/01/2002 
Raloxifene contro il rischio di cancro al seno
Il modulatore selettivo dei recettori degli estrogeni raloxifene (Lilly) ha dimostrato un effetto preventivo sul rischio di carcinoma mammario nelle donne in menopausa unicamente quando il tasso di estradiolo e' elevato, secondo quanto messo in evidenza da ricercatori americani. Il precedente studio MORE ha dimostrato che il raloxifene riduce il rischio di carcinoma del seno, senza tuttavia indicare se il beneficio variava in funzione della concentrazione di estrogeni. Specialisti ... (Continua)
21/12/2001 
La malattia tromboembolica venosa
Sono due le sue manifestazioni cliniche: la trombosi venosa profonda e una complicanza, l’embolia polmonare. Il trombo è costituito da un coagulo di fibrina, piastrine, globuli rossi e globuli bianchi che si forma in tratti venosi con flusso rallentato. Questo coagulo può occludere parzialmente o totalmente i vasi.
E’ importante differenziare le flebiti superficiali dalle trombosi venose profonde. Le prime costituiscono una patologia più benigna, legata alla trombosi di un tratto più o ... (Continua)
15/03/2001 

Gambe in gamba senza tacchi alti
Per avere una circolazione venosa sempre perfetta, bisogna fare dei piccoli sacrifici, come rinunciare ai tacchi troppo alti, agli sport che sforzano molto le gambe e stare attenti a non accavallarle. Questi i dettami degli esperti del Collegio italiano di flebologia per evitare le complicazioni dell’insufficienza venosa cronica. Il presidente del Collegio Claudio Allegra è stato chiaro: sono banditi i tacchi alti o troppo bassi, che impediscono i movimenti del piede, meglio delle scarpe comode ... (Continua)

09/03/2001 Un nuovo pericolo nei lunghi viaggi in aereo

La Sindrome da Classe Turistica
I lunghi viaggi in aereo possono predisporre a sindromi da stasi venosa profonda, con evoluzioni anche drammatiche, che si verificano prevalentemente in condizioni in cui lo spazio per "sgranchire le gambe" è limitato dalla eccessiva ristrettezza dei posti (da quì il nome di Sindrome da Classe Turistica). In realtà si tratta di una patologia ben conosciuta, la TVP o Trombosi Venosa Profonda, in cui un aumento della coagulabilità del sangue dovuto a rallentamento del circolo (stasi) e a ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale