Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 131

Risultati da 71 a 80 DI 131

27/09/2011 14:51:31 Una molecola ultra leggera per pazienti oncologici

Semuloparina per la prevenzione delle trombosi
L’occlusione dei vasi venosi profondi, con la più grave delle sue complicanze, l'embolia polmonare, caratterizzata dalla migrazione del trombo, o di una parte di esso, dalla vena al circolo polmonare, resta un pericolo sempre in agguato per coloro che soffrono di tumore e sono in cura farmacologica anti tumorale.
Il Cancro è già da solo una condizione predisponente per eventi tromboembolici, ma soprattutto i farmaci utilizzati nei tumori rappresentano un ulteriore fattore di rischio.
La ... (Continua)

08/08/2011 Nuova risorsa disponibile anche presso il Gemelli di Roma
Radioembolizzazione per il tumore del fegato
Il primo trattamento di radioembolizzazione epatica con un dispositivo medico di ultima generazione è stato eseguito nei giorni scorsi con successo al Policlinico universitario “Agostino Gemelli” di Roma su un paziente anziano di 84 anni affetto da una neoplasia al fegato di elevate dimensioni (9cm) con associata trombosi portale, che non permetteva qualunque altra forma di terapia.
La procedura è stata eseguita senza alcuna complicanza e il paziente è stato dimesso in buone condizioni ... (Continua)
28/07/2011 Novità tecnologiche per l'analisi delle malattie cardiovascolari
L'arteriosclerosi studiata in 3D
A partire da immagini acquisite con la Tac (Tomografia assiale computerizzata), è possibile realizzare al computer una mappatura del flusso emodinamico su grande scala per comprendere i meccanismi alla base delle malattie cardiovascolari, come l’arteriosclerosi.
Si è giunti a questo risultato grazie a un gruppo di ricerca in collaborazione tra l’Istituto dei processi chimico fisici (Ipcf) e l’Istituto per le applicazioni del calcolo (Iac) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e ... (Continua)
08/07/2011 Danni al cervello e modificazioni del Dna

I rischi per la salute a causa dell'inquinamento
Uno studio americano mette in guardia dai pericoli dell'inquinamento atmosferico per il nostro cervello. La ricerca, della Ohio State University, ha verificato gli effetti sulla salute mentale dell'inquinamento, mostrando risultati non proprio rassicuranti.
Basandosi su analisi di topi da laboratorio, i ricercatori guidati da Laura Fonken hanno registrato l'emergere di problemi di apprendimento, di memoria e sintomi depressivi nelle cavie esposte a tassi elevati di inquinamento ... (Continua)

13/06/2011 Registrati effetti inibitori del rischio di trombosi

Alcol amico del cuore se il consumo è moderato
Consumare alcol in maniera regolare e moderata aiuta a proteggersi dal rischio di trombosi, aumenta il colesterolo buono e combatte l'ipertensione. Inoltre, secondo un recente studio firmato da due ricercatori italiani sulle pagine di The Lancet, Roberto Ferrari e Claudio Rapezzi, chi consuma vino segue una dieta in genere più equilibrata e salutare di chi preferisce la birra.
Sull'argomento del bere responsabile si sono confrontati 15 università, 6 enti di ricerca e 32 gruppi impegnati a ... (Continua)

21/04/2011 Accorgimenti per il trattamento di un disturbo dalle complicanze insidiose

La cura delle vene varicose
Sono dolorose, fastidiose e certamente antiestetiche. Le vene varicose tuttavia nascondono rischi ancora più seri, come possibili flebiti o la trombosi venosa profonda, l'ostruzione parziale o completa di una vena della circolazione venosa profonda di un arto da parte di un coagulo di sangue o trombo, che potrebbe provocare anche un'embolia polmonare.
Nelle vene varicose il sangue non riesce a scorrere in maniera regolare a causa dell'insufficienza venosa, una condizione che si viene a ... (Continua)

23/03/2011 Il punto sull'Emoglobinuria Parossistica Notturna

EPN, una malattia rara e complessa, oggi si può curare
L’insidia di una malattia rara non sta nel numero di malati che annovera, quanto piuttosto nella difficoltà ad essere anche solo diagnosticata. Servono infatti medici e centri specializzati in possesso di un’elevata conoscenza in materia e l’Emilia-Romagna è un luminoso esempio a livello nazionale.
L’Ematologia bolognese (Istituto L. e A. Seràgnoli) e tutte le altre ematologie regionali, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara, Ravenna e Rimini hanno fatto fronte comune e si sono ... (Continua)

16/12/2010 L'esperienza dell'Università Cattolica S. Cuore di Roma
Emorroidi, una tecnica innovativa, il metodo THD
La dearterializzazione emorroidaria transanale metodo THD è una tecnica innovativa per trattare la malattia emorroidaria.
Questa tecnica prevede l’accurata identificazione delle arterie emorroidarie mediante Doppler e la loro legatura a livello del retto inferiore.
Nei pazienti con prolasso muco-emorroidario può essere realizzata una mucopessia.
Da settembre 2005 a gennaio 2010, presso l'Istituto di Clinica Chirurgica dell'Università Cattolica S. Cuore di Roma, sono stati ... (Continua)
15/12/2010 Uno studio per valutare l'azione protettiva

Effetti di vitamina B e omega 3 su malattie cardiovascolari
Diversi studi su larga scala hanno esaminato gli effetti della supplementazione con vitamine del gruppo B sulle malattie cardiovascolari, ma nessuno ha riportato effetti significativi sul rischio di queste malattie. Studi osservazionali hanno riportato un’associazione inversa tra malattie cardiovascolari ed assunzione o concentrazioni plasmatiche di acidi grassi omega 3 (soprattutto acido docosaesaenoico e eicosapentanoico), suggerendo che la supplementazione con acidi grassi omega 3 possa ... (Continua)

02/11/2010 I rischi vanno valutati a lungo termine

Sottostimato il rischio cardiovascolare in Italia
Oltre l’85% della popolazione italiana tra i 35 e i 50 anni risulta essere a bassissimo rischio cardiovascolare per i prossimi 10 anni. Eppure semplicemente cambiando prospettiva e aumentando la valutazione dei rischi nel tempo la situazione si stravolge radicalmente.
Lo sostiene uno studio dell’Università Cattolica di Campobasso secondo il quale una grossa fetta della popolazione adulta rischia di essere tagliata fuori dalle strategie di prevenzione a causa di stime ancorate ad una ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale