Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1539

Risultati da 401 a 410 DI 1539

30/05/2014 11:55:00 Previsione possibile grazie all'utilizzo della risonanza magnetica
Ictus, come prevedere l'efficacia della terapia trombolitica
Nel 95 per cento dei casi di ictus è possibile prevedere l'efficacia della terapia trombolitica endovena e in quali casi invece si avrà a che fare con un'emorragia.
A sostenerlo è uno studio della Johns Hopkins University pubblicato su Stroke. Richard Leigh, coordinatore dello studio, spiega: «la previsione è possibile usando la risonanza magnetica (MRI) per misurare eventuali danni alla barriera emato-encefalica, formazione che protegge il cervello dall’esposizione ai farmaci. Senza di ... (Continua)
30/05/2014 Effetto collaterale dovuto al trattamento con insulina

Diabete, l'ipoglicemia è il rischio sommerso
Palpitazioni, tremore, ansia, giramenti di testa, confusione: sono questi alcuni dei sintomi percepiti durante un episodio di ipoglicemia, un repentino ed eccessivo abbassamento dei livelli di glucosio nel sangue che può accadere in una persona dopo l’assunzione di alcuni farmaci per la cura del diabete. Nella forma grave l’ipoglicemia può portare addirittura alla perdita di coscienza e può essere fatale se non si interviene per tempo. Il tema dell’ipoglicemia è stato al centro del simposio ... (Continua)

29/05/2014 17:00:00 Minore necessità di reintervento rispetto alle onde d'urto

Calcoli renali, l'ureteroscopia è la scelta migliore
In presenza di calcoli renali va considerata come migliore opzione terapeutica l'ureteroscopia. A dirlo sono i ricercatori della Duke University di Durham, in North Carolina, che hanno pubblicato su Jama Surgery il resoconto di uno studio comparativo fra questa tecnica e la litotripsia con onde d'urto, i due metodi più utilizzati per la rimozione dei calcoli renali.
«Negli Stati Uniti circa una persona su dieci soffre di calcoli renali, con una spesa che supera i dieci miliardi di dollari ... (Continua)

28/05/2014 16:47:45 Incidenza influenzata dal gene S1pr2
Sclerosi, una proteina spiega le differenze di genere
La sclerosi multipla colpisce con maggior frequenza le donne rispetto agli uomini. Da questa considerazione sono partiti i ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis, che hanno pubblicato su The Journal of Clinical Investigation uno studio sull'argomento.
La ricerca, realizzata sia su modello murino che sull'uomo, ha scoperto nel gene S1pr2 una delle possibili chiavi per interpretare lo scarto esistente nell'incidenza della malattia fra i due sessi.
Robyn ... (Continua)
28/05/2014 14:58:34 Nuove terapie alternative o complementari contro il sarcoma di Kaposi

Scoperto il recettore che 'frena' il tumore tipico dell'Aids
Le chemochine sono un’importante componente dell’infiammazione che promuove la progressione dei tumori. Il lavoro appena pubblicato su Cancer Immunology Research, frutto della collaborazione tra i ricercatori dell'Università Statale di Milano (Dipartimento di Biotecnologie Mediche e Medicina Traslazionale e Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche "L. Sacco") e l'Unità di Dermatologia della Fondazione IRCCS Ca' Granda, Ospedale Maggiore Policlinico, ha studiato l’azione di un recettore ... (Continua)

26/05/2014 14:46:58 Scoperta da ricercatori italiani l'efficacia di un vecchio farmaco

Una cura per le malformazioni cerebrali cavernose (CCM)
Un team di ricercatori italiani dell'IFOM di Milano ha scoperto la causa di una gravissima malattia genetica denominata CCM, malformazioni cerebrali cavernose. La patologia è la principale causa di emorragia cerebrale nei bambini sotto i 10 anni. I ricercatori hanno scoperto che un vecchio farmaco fuori brevetto, il sulindac, è in grado di curarla.
Elisabetta Dejana, responsabile dell'Unità di Biologia vascolare dell'Istituto Firc di Oncologia Molecolare, spiega: «si tratta di una patologia ... (Continua)

22/05/2014 11:25:00 Nuova sperimentazione ne rivela l'efficacia in caso di ischemia critica

Le staminali evitano l'amputazione degli arti
È una sperimentazione italiana a offrire nuove speranze nel campo della ricerca medica sulle cellule staminali. Un team del Dipartimento di Malattie cardiovascolari della Fondazione Giovanni Paolo II di Cambobasso ha sperimentato con successo l'impiego di cellule staminali del midollo osseo per il contrasto dell'ischemia critica, una condizione che si verifica spesso a causa di diabete, aterosclerosi o tromboangioite obliterante e che può comportare anche l'amputazione degli arti.
I ... (Continua)

22/05/2014 10:22:00 Le placche aterosclerotiche si possono individuare grazie alla Ccta
L'efficacia dell'angiografia coronarica per le placche
Per scoprire la presenza di eventuali placche aterosclerotiche ci si può avvalere dell'angiografia coronarica con tomografia computerizzata (Ccta). A dirlo è uno studio della Semmelweis University di Budapest condotto da un team diretto da Pál Maurovich-Horvat.
Il ricercatore spiega sulle pagine di Nature Reviews Cardiology: «il ruolo della Ccta, che va ben oltre la semplice esclusione di una stenosi coronarica, è la chiave per identificare le placche ad alto rischio e per predire eventi ... (Continua)
20/05/2014 11:00:00 Modalità wireless per la ricarica di energia
Nanobatterie per ricaricare i pacemaker
Fra qualche anno chi porta un pacemaker potrà ricaricarlo semplicemente appoggiando la pelle a un caricatore grande come una carta di credito. La possibilità sarà resa concreta dallo sviluppo di vere e proprie nanobatterie, dispositivi microscopici che di fatto libereranno l'uomo dalla schiavitù dei fili e opereranno in modalità wireless.
La ricerca che annuncia queste novità è stata pubblicata su Pnas da un team dell'Università di Stanford guidato dalla dott.ssa Ana Poon, che spiega: ... (Continua)
16/05/2014 16:35:00 La malattia dei piccoli vasi cerebrali aumenta il rischio

I fattori di rischio vascolare favoriscono l'Alzheimer
C'è un nesso fra la malattia dei piccoli vasi cerebrali (Svd) e il rischio di Alzheimer. Nei soggetti affetti dalla prima condizione, infatti, la deposizione di amiloide è sensibilmente maggiore, soprattutto fra i portatori dell’allele ε4 dell’apolipoproteina E.
Sono le conclusioni di uno studio pubblicato su Jama Neurology da un team coordinato da Maartje Kester del Centro Alzheimer della Vu University di Amsterdam, che spiega: «la malattia di Alzheimer è caratterizzata dalla comparsa ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale