Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 456

Risultati da 161 a 170 DI 456

11/02/2014 13:02:00 Dose giornaliera raccomandata superata in molti casi

Integratori per bambini troppo ricchi di vitamine
Una ricerca pubblicata su Jama Pediatrics segnala il rischio di una sovra-assunzione di vitamine per quei bambini che consumano integratori vitaminici. In molti casi, infatti la dose giornaliera raccomandata viene superata.
A dirlo è un team di ricercatori della Lecom School of Pharmacy di Erie, in Pennsylvania, che ha esaminato le etichette di 193 preparati vitaminici pediatrici, catalogandoli in due categorie: quelli destinati ai neonati sotto l'anno di età e quelli per i bambini da uno a ... (Continua)

10/02/2014 15:03:11 Sostanza iniettata in endovena avrebbe effetti antitumorali

La vitamina C riduce il rischio di cancro
Se iniettata per via endovenosa, la vitamina C manifesterebbe un effetto antitumorale. A sostenerlo è uno studio dell'Università del Kansas pubblicato su Science Translational Medicine. È una delle poche ricerche che ha inteso verificare l'efficacia della sostanza in ambito oncologico. Di solito, le vitamine non vengono testate perché le case farmaceutiche non possono brevettare eventuali farmaci scaturiti da un loro utilizzo.
Inoltre, le poche ricerche effettuate in passato hanno mostrato ... (Continua)

30/01/2014 Torna l'iniziativa organizzata dall'Airc

Le arance della salute per battere il cancro
Sabato 31 gennaio torna l’appuntamento con le “Arance della Salute”, scelte dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro come simbolo dell’alimentazione sana e protettiva. Ventimila volontari, affiancati in molti casi dai ricercatori, distribuiscono in duemila piazze 330mila reticelle contenenti 2,5 kg di arance rosse. Con un contributo minimo di 9 euro è possibile sostenere concretamente il lavoro dei ricercatori e portare a casa un pieno di vitamine.
È ormai noto che le arance ... (Continua)

25/01/2014 11:06:35 Un consumo elevato può favorire il cancro al seno

L'acido folico può anche far male
L'acido folico è noto ormai da tempo come integratore che aiuta a prevenire i difetti del tubo neurale, in particolare la spina bifida. Una recente ricerca, tuttavia, mette in guardia le future mamme dai pericoli di un'assunzione esagerata di questa vitamina che appartiene al gruppo B.
Lo studio è stato pubblicato su Plos One da un team di ricerca dell'Università di Toronto guidato dal dott. Young-In Kim. Secondo le analisi, sarebbero sufficienti dosi superiori di 2,5 volte il fabbisogno ... (Continua)

22/01/2014 14:25:57 La finestra terapeutica andrebbe estesa a tutta l'età fertile

Acido folico utile non solo in gravidanza
L'acido folico è un integratore di estrema utilità per le donne che vogliono avere un bambino, perché come dimostra la letteratura scientifica riesce a prevenire i difetti del tubo neurale. La sua assunzione è associata anche a un minor rischio di cardiopatie, labbro leporino, autismo e ritardo del linguaggio.
I più importanti esperti del mondo medico ostetrico e ginecologico sottolineano l’importanza di una corretta prevenzione. Maria Pia Pisoni, rappresentante dell’ASBIN (Associazione ... (Continua)

21/01/2014 11:47:02 Integratori, creme e precauzioni per prolungare i benefici dei trattamenti

Le strategie per prolungare l’effetto del ritocchino
Per cercare di posticipare il più possibile i segni del tempo, medici e pazienti concordano: meglio ritocchi soft e ripetuti, piuttosto che interventi invasivi e dai risultati artificiali oltre che incerti. Un’attenzione particolare va alla pelle del viso, che più risente dell'esposizione solare, dell'inquinamento, degli sbalzi di temperatura, così come dello stress, di variazioni ormonali e di svariati altri fattori che ne influenzano il cambiamento.
“Il progressivo mutamento dell'aspetto ... (Continua)

20/01/2014 16:52:30 Sintomi meno severi con livelli più alti della sostanza

Vitamina D utile in caso di Parkinson
Alle ben note conseguenze positive associate ad alti livelli di vitamina D nel sangue va aggiunto l'effetto benefico connesso con il morbo di Parkinson. I ricercatori della Oregon Health and Sciences University hanno analizzato 286 pazienti affetti da Parkinson, verificandone i livelli di vitamina D nel sangue.
I medici americani hanno così scoperto che livelli più alti di vitamina D erano associati a una riduzione della consistenza dei sintomi avvertiti, a condizioni cognitive migliori e a ... (Continua)

14/01/2014 14:21:00 Benefici per i più anziani ma inutile nella popolazione adulta

Il ruolo della vitamina D nella prevenzione delle fratture
Si può ridurre il rischio di fratture negli anziani garantendo loro un giusto apporto di vitamina D, in una quantità pari a circa 30 ng/mL. A stabilirlo è una relazione dell'American Geriatrics Society (AGS).
James Judge, presidente del gruppo di lavoro AGS sull'integrazione di vitamina D negli anziani, spiega: “negli studi in cui si sono raggiunti livelli medi sierici superiori a 25 ng/mL, i tassi di cadute e fratture sono significativamente diminuiti”.
Secondo il documento, una dose ... (Continua)

10/01/2014 Potenziale effetto preventivo dell'Alzheimer con un'integrazione quotidiana

La vitamina E difende la memoria degli anziani
Una buona memoria e il rallentamento del declino cognitivo possono essere perseguiti attraverso un'integrazione di vitamina E. Uno studio pubblicato su Experimental Gerontology e firmato da ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma ha coinvolto un gruppo di 140 soggetti sopra i 65 anni e senza problemi di memoria all'inizio della ricerca.
Nel corso dello studio, durato 8 anni, i medici hanno continuamente monitorato i livelli di vitamina E nel sangue, scoprendo che un livello più ... (Continua)

07/01/2014 11:13:00 Un rischio inferiore anche del 30 per cento

La dieta mediterranea previene il diabete
L'assunzione di alimenti tipici della dieta mediterranea è associata a una riduzione del rischio di insorgenza del diabete pari al 30 per cento. A dirlo è una ricerca dell'Università di Rovira i Virgili di Tarragona, in Spagna, pubblicata sulla rivista Annals of Internal Medicine.
Il prof. Jordi Salas-Salvado e i suoi colleghi hanno coinvolto oltre 3500 soggetti di età compresa fra i 55 e gli 80 anni. I volontari, seguiti per 4 anni, mostravano un rischio aumentato di patologie cardiache e ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale