Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 456

Risultati da 291 a 300 DI 456

07/06/2011 5 regole da seguire per intervenire al meglio sul paziente

Il pronto soccorso ottimale
Anche in caso di emergenza è auspicabile mantenere il controllo e adottare comportamenti precisi e professionali. È quanto suggerisce un gruppo di 255 esperti di medicina interna che, sotto la guida di Jeffrey Jaeger dell'Università della Pennsylvania, hanno stilato un breve elenco di procedure per il pronto soccorso e le terapie da privilegiare in seguito al ricovero.
Le cinque regole messe a punto dai medici americani e pubblicate su Archives of Internal Medicine puntano a ottimizzare il ... (Continua)

19/04/2011 Lisina e olio di pesce per combattere e prevenire il disturbo

Schizofrenia, sostanze preventive e curative
È la lisina l'ultima speranza in ordine di tempo per combattere la schizofrenia. Secondo uno studio dell'Università di Goteborg, la sostanza ridurrebbe i sintomi della psicosi sui pazienti che ne assumono almeno 6 grammi al giorno per quattro settimane.
Dei partecipanti alla ricerca, l'80 per cento ha mostrato miglioramenti delle proprie facoltà cognitive. Caroline Wass, coordinatrice della ricerca, spiega: “questo studio è un buon punto di partenza per verificare i benefici della lisina. ... (Continua)

23/03/2011 Più rischi per il nascituro con una dieta inadeguata in gravidanza

Carenza di vitamina B12 nella mamma, e il neonato piange
Durante la gravidanza è molto importante che la mamma introduca con l'alimentazione, e se necessario con integratori, il giusto apporto di vitamina B12, una sua carenza espone infatti il nascituro ad un rischio cinque volte più alto di difetti congeniti, e non solo. Pare anche che la quantità di vitamina sia correlata al fatto che il bimbo sarà più o meno tranquillo nei primi mesi di vita.
Ad affermarlo è una ricerca condotta da ricercatori del Public Health Service in Olanda, i quali hanno ... (Continua)

16/03/2011 Rischio anemia per una buona percentuale di giovani
La carenza di ferro negli adolescenti
Uno studio condotto dall'Inran, l’ente pubblico italiano per la ricerca in materia di alimenti e nutrizione, ha valutato la carenza di ferro negli adolescenti europei. Lo studio, pubblicato su “European Journal of Clinical Nutrition”, si basa su un campione di 940 ragazzi, 438 maschi e 502 femmine, tra 12 e 17 anni, provenienti da 10 città europee (tra cui Roma) ed evidenzia come la prevalenza di carenza di ferro tra gli adolescenti sia un fenomeno trasversale nei diversi paesi ... (Continua)
25/02/2011 Celiachia non diagnosticata dietro molti aborti e riduzione della fertilità

Attenzione ai sintomi atipici della celiachia
Alterazioni nella fertilità non altrimenti spiegabili, aborti ricorrenti senza una specifica causa, parti pre-termine, ridotto peso del neonato alla nascita, diminuzione della durata del periodo di allattamento. Secondo gli esperti queste potrebbero essere alcune delle conseguenze di una celiachia non ancora diagnosticata o non ancora trattata con una dieta priva di glutine.
La celiachia è un’intolleranza al glutine di origine genetica, caratterizzata da una reazione immunitaria a una ... (Continua)

23/02/2011 La sostanza riduce il rischio di ictus ed embolia
Apixaban per la fibrillazione atriale
In base allo studio Averroes, pubblicato sul The New England Journal of Medicine, la molecola apixaban si è rivelata efficace nel trattamento dei pazienti affetti da fibrillazione atriale (AF) a rischio di ictus, intolleranti o non adatti al trattamento con un antagonista della vitamina K come il warfarin.
Apixaban è statisticamente superiore ad aspirina nel ridurre l’insieme di ictus o di embolia sistemica, senza peraltro comportare un incremento significativo di sanguinamenti maggiori, ... (Continua)
18/02/2011 Nesso fra le infezioni e la perdita di massa ossea

Pericolo fratture con una malattia infettiva
È stato dimostrato che numerose e diffuse malattie infettive possono avere tra le loro devastanti conseguenze anche una sensibile riduzione della massa ossea e un conseguente incremento di fratture.
Tra queste particolare rilievo ha assunto negli ultimi anni l’infezione da Hiv, responsabile dell’Aids, che, anche a seguito della prolungata sopravvivenza dei pazienti e dei farmaci impiegati cronicamente per ottenerla, è frequentemente complicata da fratture ossee da fragilità, anche in ... (Continua)

17/02/2011 Scoperto il meccanismo genetico con cui una proteina alimenta i tumori

Gli antiossidanti per combattere il cancro
Gli antiossidanti sono preziosi alleati per combattere gli effetti dannosi che i radicali liberi hanno sulle cellule e quindi l'invecchiamento.
Ora sembra che i benefici degli antiossidanti possano diventare alleati importanti nella lotta al cancro.
Era già stato dimostrato che le persone che mangiano molta frutta e verdura, ricche di polifenoli e antocianine, hanno un minor rischio di andare incontro a tumori, malattie cardiovascolari e neurodegenerative.
Il nesso fra il ... (Continua)

11/02/2011 L'azione propedeutica di alcune sostanze nell'insorgenza dell'intolleranza

Vitamina A tra i fattori scatenanti della celiachia
Uno studio pubblicato su Nature suggerisce il blocco di alcuni fattori che mettono in moto la risposta immunitaria nei confronti di determinati cibi per scongiurare l'insorgenza della celiachia. La ricerca, a firma di Bana Jabri, medico del Celiac Disease Center e del Comprehensive Cancer Center dell Università di Chicago, si è concentrata sugli effetti di due sostanze in particolare, l'interleuchina 15 e l'acido retinoico, un derivato della vitamina A, che secondo i risultati scatenerebbero ... (Continua)

28/01/2011 Una malformazione congenita complessa

Labbro leporino, le cause e la terapia
Il labbro leporino colpisce circa un bambino su 1000 alla nascita. Causata dalla mancata fusione, durante lo sviluppo embrionale, tra la parte centrale e quella laterale degli abbozzi del labbro superiore, è una malformazione congenita del labbro superiore e del palato che ne provoca una fessura più o meno estesa. L'interessamento delle due strutture è variabile, difatti può presentarsi una sola incisura del labbro superiore e/o del palato molle oppure, nei casi più gravi, può presentarsi una ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale