I tatuaggi alterano il sistema immunitario

Nanoparticelle di inchiostro raggiungono e infiammano i linfonodi

Varie_14154C.jpg
Keywords | tatuaggi, infiammazione, linfonodi,

Non c’è solo il rischio di infezione per aghi non sterili o di pentirsi del disegno scelto, i tatuaggi possono provocare anche altri danni. A rivelarlo è uno studio dell’Istituto Federale Tedesco per la valutazione dei rischi pubblicato su Scientific Reports.
La ricerca coordinata da Ines Schreiver ha evidenziato come l’inchiostro utilizzato per i tatuaggi possa liberare particelle minuscole in grado di raggiungere i linfonodi, gli organi che consentono l’avvio della risposta immunitaria nei confronti delle minacce esterne.
Hiram Castillo, altro autore della ricerca che lavora presso il Centro europeo per la luce di sincrotrone Esfr (European Synchrotron Radiation Facility) di Grenoble, spiega: «Quando qualcuno vuole farsi un tatuaggio è molto attento a rivolgersi a centri che utilizzano aghi sterili. Tuttavia nessuno controlla la composizione chimica dei colori, bisognerebbe farlo e adesso ne dimostriamo il motivo».
Negli inchiostri dei tatuaggi è facile riscontrare la presenza di sostanze come nichel, cromo, cobalto, manganese e biossido di titanio. Grazie alla luce di sincrotone i ricercatori hanno osservato il movimento di nanoparticelle dirette ai linfonodi.
«Sapevamo già che i pigmenti dai tatuaggi andavano nei linfonodi, che si colorano del colore del tatuaggio, ma non sapevamo che lo facessero a livello di nanoparticelle» spiega Bernhard Hesse, uno dei due primi autori dello studio.
«Questo nuovo studio ha potuto accertare quello che era un sospetto, e cioè che la causa dei pseudolinfomi può essere anche l’inchiostro dei tatuaggi», commenta al Corriere della Sera Antonino Di Pietro, direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis del gruppo San Donato a Milano. «L’infiammazione del sistema linfatico è qualcosa che in genere si risolve da sé, ma se si parla di cronicità allora siamo di fronte a possibili alterazioni del sistema immunitario. Le particelle di inchiostro, entrando nel sistema linfatico possono ipoteticamente raggiungere i vari organi, ma le conseguenze al momento non sono note e saranno certamente oggetto di studi futuri».

Domanda al medico specialista gratis

Andrea Piccoli
13/09/2017



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  28131
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

In vacanza con i bambini nei paesi esotici  21643
Consigli, profilassi, terapie e vaccini per prevenire le malattie infettive

Alzheimer, ecco cosa succede alla proteina Tau  20779
Scoperta fondamentale per la messa a punto di nuovi farmaci

Nuovo farmaco per la sclerosi laterale amiotrofica  20577
Approvato e disponibile in Italia Radicut

Obesità, diabete e cancro al seno: la firma genetica è una  19769
Ricercatori italiani svelano il nesso comune alle tre malattie

Ocrelizumab, nuovo farmaco per la sclerosi multipla  19760
L'efficacia di Ocrelizumab e del suo meccanismo d'azione

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante