Un marcatore per capire la gravità di Covid-19

Le cellule endoteliali dei vasi sanguigni hanno valore predittivo

Varie_14351C.jpg
Keywords | Covid, cellule, endoteliali,

Uno studio dell’Istituto Europeo di Oncologia ha rivelato che le cellule endoteliali, che rivestono l’interno dei nostri vasi sanguigni, sono uno dei bersagli iniziali del virus Covid-19 e possono quindi rappresentare un nuovo marcatore per controllare la malattia.
I risultati della ricerca, sostenuta anche da Fondazione AIRC e coordinata da Francesco Bertolini e Patrizia Mancuso, rispettivamente Direttore e Vice-Direttore del Laboratorio di Ematoncologia IEO, sono pubblicati sulla piattaforma Medrxiv.
“Un nuovo tassello si aggiunge al complesso puzzle dei meccanismi di attacco del virus che causa la Covid-19 al nostro organismo – spiega Bertolini – È ancora poco ciò che sappiamo su cosa succede a livello cellulare quando avviene il contagio, come il virus si diffonde all’interno del nostro corpo, quali organi attacca per primi e perché. Noi abbiamo studiato il sangue dei pazienti affetti da Covid e abbiamo dimostrato che, sin nelle fasi iniziali della malattia, c’è un aumento significativo di progenitori endoteliali (EPC, Endothelial Progenitor Cells), le cellule normalmente deputate alla formazione, alla riparazione e al rimodellamento dei vasi. Dunque, questi progenitori sembrano essere fra i primi bersagli del virus, che pare anche in grado ucciderne una parte rilevante”. Un recente studio svizzero aveva già dimostrato la presenza di particelle virali nelle cellule endoteliali dei vasi dei pazienti affetti da Covid, ma non si aveva idea di quando avvenisse questa “invasione”.
“Per capire e curare la malattia da Covid-19 è fondamentale determinare in quale fase del suo sviluppo avviene l’attacco virale a un determinato organo; nel nostro caso, alle cellule endoteliali – continua Bertolini – Queste cellule, una volta uccise dal virus, potrebbero infatti essere la causa sia delle complicanze trombotiche, comuni in questa malattia, sia di altre complicanze quali ad esempio le lesioni cutanee da coronavirus, recentemente descritte come un’altra delle possibili manifestazioni dell’infezione. Queste complicanze possono derivare dai tentativi di riparazione dell’albero vascolare, basati sulla mobilizzazione dei progenitori endoteliali, che dal midollo osseo e dai tessuti adiposi attraversano il sangue periferico per giungere in soccorso ai vasi colpiti. In questo tragitto i progenitori possono a loro volta essere infettati dal virus e soccombere”.
Le complicanze vascolari e trombotiche sono una delle cause più importanti della mortalità da Covid, fino ad ora difficilmente prevedibili.
“La possibilità di misurare i progenitori endoteliali nel sangue – conclude Bertolini – si candida dunque a diventare un biomarcatore per la scelta della terapia più appropriata nelle fasi iniziali della terapia, per ridurne le complicanze fatali. Il nostro prossimo passo è studiare questa ipotesi, misurando queste cellule in tutte le fasi della malattia, nel corso della terapia e durante il processo di guarigione, per capire come correlino con la severità delle complicanze e il successo della terapia”.

Domanda al medico specialista gratis

Andrea Sperelli
21/05/2020



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

Emicrania con aura, scoperta una mutazione genetica  57887
Origine genetica per questa forma di mal di testa

33.415 morti. L'Italia prova a ripartire  57759
Nuove disposizioni mentre la curva rallenta

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  54376
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

Dagli States arriva il Woga  50861
Yoga in acqua per rilassarsi

Tumore della pelle, cemiplimab efficace  49587
Risposte significative dai pazienti con tumore avanzato

Dal lama una cura per Covid-19?  49289
Nel sangue dell’animale anticorpi utili a evitare l’infezione

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.