Sindrome di Sjögren, scoperte due varianti

Le terapie devono essere personalizzate per essere efficaci

Varie_13748C.jpg
Keywords | Sjogren, sindrome, varianti,

I pazienti affetti da Sindrome di Sjögren, una malattia infiammatoria cronica di origine autoimmune, presentano spesso manifestazioni cliniche differenti.
Uno studio di un gruppo multidisciplinare di specialisti, guidato dalla dott.ssa Nicoletta Del Papa, reumatologa dell’ASST Gaetano Pini-CTO, rivela che esistono almeno due tipologie di pazienti e che per questo motivo le cure possono e devono essere diversificate e specifiche sulla base delle caratteristiche di ciascun gruppo. In particolare, è la percezione del dolore a essere diversa, così come spiega la dott.ssa Del Papa: “Lo studio supporta l’ipotesi che nei pazienti con la sindrome di Sjögren primaria con diversi fenotipi clinici siano operativi diversi percorsi biologici. Una migliore conoscenza di questi processi specifici potrebbe aiutare a personalizzare terapie e a renderle più efficaci”.
Il gruppo di lavoro che ha concluso lo studio pubblicato sulla rivista americana ACR Open Reumatology è attivo da anni ed è nato dall’esigenza del paziente affetto da Sindrome di Sjögren di entrare in contatto con diversi specialisti, spesso non tutti presenti nella medesima struttura ospedaliera. Ecco perché la dott.ssa Del Papa ha deciso di partecipare attivamente con il Dr. Claudio Vitali, reumatologo dell’Ospedale Humanitas di Castellanza, la Dr.ssa Marzia Dolcino e il professore Claudio Lunardi dell’Università degli Studi di Verona, e le Dr.sse Antonina Minniti, Francesca Pignataro e Wanda Maglione dell’equipe del Day Hospital di Reumatologia dell’ASST Gaetano Pini-CTO e dal professore Antonio Puccetti, dell’Università degli Studi di Genova.
Ma cosa comporta essere affetti dalla Sindrome di Sjögren? “È una malattia autoimmune – spiega la dott.ssa Del Papa – le cui manifestazione tipiche sono la secchezza degli occhi e della bocca come conseguenza di una infiammazione cronica ghiandolare mediata dal sistema immunitario. Talvolta, il quadro clinico può essere complicato dal coinvolgimento di organi interni e in una piccola percentuale dei casi è descritta l’evoluzione verso il linfoma. La Sindrome di Sjögren non è una malattia rara e in generale la qualità della vita dei pazienti è molto bassa”.
Nei pazienti affetti dalla Sindrome è molto diffusa, inoltre, la componente fibromialgica, quindi dolore cronico in diverse parti del corpo, nonché stanchezza, ansia, depressione e disturbi del sonno. “Lo studio – afferma la specialista dell’ASST Gaetano Pini-CTO – ha dimostrato che dal punto di vista genico le vie biologiche attivate sono completamente diverse nei pazienti con manifestazioni sistemiche gravi rispetto a quelli dove è prevalente la componente dolorosa/fibromialgica. Questo suggerisce che esistono diversi meccanismi patogenetici alla base della malattia e probabilmente gli schemi terapeutici dovrebbero diversificarsi in base alla tipologia di paziente. Il futuro è chiaramente rappresentato da quella che oggi definiamo la Medicina di precisione, ‘ritagliata’ e individualizzata considerando le caratteristiche cliniche e biologiche dei pazienti”.

Domanda al medico specialista gratis

Andrea Sperelli
29/11/2019



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  103828
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

Ogni malattia ha il suo odore  47956
Alito, sudore e urine indicano la presenza o meno di patologie

Come superare la depressione post separazione  44567
La fine di un matrimonio, una sofferenza sottovalutata

Psicologia dell’uomo che non vuole impegnarsi  43907
Narcisismo e incapacità di amare

Sciroppo e sprite, la nuova droga si chiama Purple Drank  42847
Noto anche come Sizzurp, il miscuglio assicura lo sballo a prezzi modici

Maculopatia, dispositivo biodegradabile per curarla  42559
Iniettabile nella camera posteriore dell’occhio

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.