L'olio di pesce aumenta la fertilità maschile

Il consumo di integratori dimostra di migliorare la qualità del seme

Sterilit%C3%A0_11571C.jpg
Keywords | fertilità, olio, pesce,

La fertilità maschile potrebbe beneficiare dell'assunzione di integratori a base di olio di pesce. Gli integratori migliorerebbero la qualità del seme e i livelli degli ormoni legati alla fertilità.
A dirlo è uno studio pubblicato su Jama Network Open e condotto su un campione di 1.679 giovani uomini danesi con età media di 19 anni.
I dati sono stati ricavati dagli esami obbligatori per l'idoneità al servizio militare. 98 (5,8%) ragazzi hanno affermato di aver utilizzato integratori a base di olio di pesce negli ultimi 3 mesi, e 53 di questi (il 54,1%) di averlo fatto per 60 giorni o più.
Gli scienziati hanno messo a confronto i dati sulla salute riproduttiva di chi aveva o non aveva assunto gli integratori. Chi lo aveva fatto mostrava un numero di spermatozoi più alto, proporzione maggiore di cellule spermatiche normali, volume medio di sperma più elevato e dimensione testicolare media maggiore. Avevano anche livelli di ormone follicolo-stimolante significativamente più bassi e livelli di ormone luteinizzante più bassi, indice di una migliore funzione testicolare.
Chi assumeva integratori per oltre 60 giorni mostrava una funzione testicolare migliore rispetto a chi li prendeva per meno tempo: il volume dello sperma era rispettivamente di 0,64 ml contro 0,38 ml.
«Abbiamo scoperto che i giovani uomini sani che assumevano integratori avevano un più alto numero di spermatozoi - spiega la dott.ssa Tina Kold Jensen del Copenhagen University Hospital, autore principale dello studio -. Quindi consiglierei agli uomini di assumere integratori se non hanno una dieta ricca di pesce. Non è pericoloso e può avere benefici anche per la salute cardiovascolare».
Lo studio si è basato su una revisione del 2017 che evidenziava come una dieta sana ricca di nutrienti nobili come gli Omega 3, antiossidanti, vitamine e pochi acidi grassi saturi e trans fosse associata a una migliore qualità del seme.
In particolare, il consumo di pesce e di olio di fegato di pesce contenente anche altri nutrienti essenziali, compreso l'acido retinoico (cioè la vitamina A), è stato associato a una migliore qualità del seme.
Domanda al medico specialista gratis

Andrea Sperelli
12/02/2020



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

Arriva il lifting del sopracciglio  127741
Ultima novità in fatto di tecniche mininvasive di chirurgia estetica

I consigli per combattere il caldo  106180
Superare l'afa grazie ai suggerimenti del ministero

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  89449
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

In Italia oltre 35.000 morti  82459
Nuove disposizioni mentre la curva rallenta

Tumore della prostata, ecco darolutamide  70573
Nuovo trattamento per la malattia non metastatica resistente alla castrazione

I benefici di Rivaroxaban nella trombosi venosa profonda  67946
Studio in contesto real life conferma l'efficacia del farmaco

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.