L'olio di pesce aumenta la fertilità maschile

Il consumo di integratori dimostra di migliorare la qualità del seme

Sterilit%C3%A0_11571C.jpg
Keywords | fertilità, olio, pesce,

La fertilità maschile potrebbe beneficiare dell'assunzione di integratori a base di olio di pesce. Gli integratori migliorerebbero la qualità del seme e i livelli degli ormoni legati alla fertilità.
A dirlo è uno studio pubblicato su Jama Network Open e condotto su un campione di 1.679 giovani uomini danesi con età media di 19 anni.
I dati sono stati ricavati dagli esami obbligatori per l'idoneità al servizio militare. 98 (5,8%) ragazzi hanno affermato di aver utilizzato integratori a base di olio di pesce negli ultimi 3 mesi, e 53 di questi (il 54,1%) di averlo fatto per 60 giorni o più.
Gli scienziati hanno messo a confronto i dati sulla salute riproduttiva di chi aveva o non aveva assunto gli integratori. Chi lo aveva fatto mostrava un numero di spermatozoi più alto, proporzione maggiore di cellule spermatiche normali, volume medio di sperma più elevato e dimensione testicolare media maggiore. Avevano anche livelli di ormone follicolo-stimolante significativamente più bassi e livelli di ormone luteinizzante più bassi, indice di una migliore funzione testicolare.
Chi assumeva integratori per oltre 60 giorni mostrava una funzione testicolare migliore rispetto a chi li prendeva per meno tempo: il volume dello sperma era rispettivamente di 0,64 ml contro 0,38 ml.
«Abbiamo scoperto che i giovani uomini sani che assumevano integratori avevano un più alto numero di spermatozoi - spiega la dott.ssa Tina Kold Jensen del Copenhagen University Hospital, autore principale dello studio -. Quindi consiglierei agli uomini di assumere integratori se non hanno una dieta ricca di pesce. Non è pericoloso e può avere benefici anche per la salute cardiovascolare».
Lo studio si è basato su una revisione del 2017 che evidenziava come una dieta sana ricca di nutrienti nobili come gli Omega 3, antiossidanti, vitamine e pochi acidi grassi saturi e trans fosse associata a una migliore qualità del seme.
In particolare, il consumo di pesce e di olio di fegato di pesce contenente anche altri nutrienti essenziali, compreso l'acido retinoico (cioè la vitamina A), è stato associato a una migliore qualità del seme.
Domanda al medico specialista gratis

Andrea Sperelli
12/02/2020



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  127931
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

Ogni malattia ha il suo odore  52186
Alito, sudore e urine indicano la presenza o meno di patologie

Come superare la depressione post separazione  48935
La fine di un matrimonio, una sofferenza sottovalutata

Psicologia dell’uomo che non vuole impegnarsi  47509
Narcisismo e incapacità di amare

Maculopatia, dispositivo biodegradabile per curarla  46876
Iniettabile nella camera posteriore dell’occhio

Sciroppo e sprite, la nuova droga si chiama Purple Drank  46040
Noto anche come Sizzurp, il miscuglio assicura lo sballo a prezzi modici

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.