Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Un rischio per i dializzati l'assunzione di ferro in bolo

Suggerita un'assunzione modulata a seconda delle esigenze

Varie_3112.jpg

I pazienti emodializzati dovrebbero assumere ferro a piccole dosi. A dirlo è una ricerca pubblicata sul Journal of the American Society of Nephrology da un team dell'Università del North Carolina. In caso di emodialisi, infatti, la somministrazione di ferro in bolo – ovvero in singole dosi massicce – aumenterebbe il rischio di infezione.
“L'anemia è comune tra i pazienti con malattia renale avanzata (Esrd, End Stage Renal Disease), e si associa a un aumento di morbilità, mortalità e del rischio di ospedalizzazione. Lo stato anemico viene trattato con composti che stimolano l'eritropoiesi (Esa) e con l'aggiunta di ferro endovena”, spiega Alan Brookhart, epidemiologo della Gillings School of Global Public Health a Chapel Hill e primo autore dell'articolo.
“La somministrazione di ferro può sovrasaturare la transferrina, con rilascio di ferro libero in circolo. E, in quanto essenziale per ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | ferro, bolo, emodialisi,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicitŕ su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 19484 volte