Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Il talidomide aiuta in caso di Crohn

Effetto positivo nei confronti di bambini e adolescenti

Il talidomide è irrimediabilmente legato alla triste vicenda dei bambini nati malformati alla fine degli anni cinquanta a causa dell'assunzione di questo farmaco, prescritto allora per alleviare la nausea in gravidanza.
Tuttavia, il medicinale continua ad essere studiato e rivela anche lati positivi. Una ricerca pubblicata su Jama da scienziati dell'Istituto per la salute materno-infantile di Trieste ha segnalato il potenziale effetto benefico del farmaco nei bambini affetti da malattia di Crohn che non rispondono ai trattamenti comuni.
Secondo lo studio firmato da Marzia Lazzerini, talidomide permette una remissione clinica maggiore dopo due mesi di terapia rispetto al placebo.
Spiega la dott.ssa Lazzerini: “ben 1,2 milioni di persone in Europa hanno la malattia di Crohn, un'infiammazione cronica del sistema digestivo”. Nel 25 per cento dei casi si ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | talidomide, Crohn, sintomi,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 15630 volte