Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Gli anti-acido aumentano il rischio di Clostridium difficile

Inibitori di pompa protonica associati a una riduzione della flora intestinale

Varie_4492.jpg

Assumere con regolarità gli inibitori di pompa protonica per il trattamento dell'acidità di stomaco porta a una riduzione della flora microbica intestinale e al conseguente aumento del rischio di infezione da Clostridium difficile.
È la conclusione cui giunge uno studio pubblicato su Microbiome da un team della Mayo Clinic di Rochester.
Gli inibitori della pompa protonica (PPI) inibiscono la produzione di acido gastrico e si sono rivelati molto efficaci nel trattamento dei disturbi acido-mediati del tratto digestivo superiore. Si tratta di farmaci sicuri, ma alcuni studi hanno evidenziato un nesso fra il loro consumo e diversi disturbi nutrizionali, metabolici e infettivi. Ad esempio è stata notata una carenza di ferro e vitamina B12 nei soggetti che ne fanno un uso prolungato.
Quest'ultimo studio ha studiato il rapporto fra assunzione dei PPI e l'infezione da Clostridium difficile ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Pompa, protonica, infezione,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 15594 volte