Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Inquinamento e problemi al cuore

Tante ricerche confermano il nesso

Varie_6519.jpg

L'ennesima conferma degli effetti negativi dell'inquinamento sul cuore arriva da due studi, uno giapponese, l'altro americano. Gli studi sono apparsi sul Journal of Occupational and Environmental Medicine e su Circulation.
Lo studio dell'Università di Okayama coordinato dal dott. Takashi Yorifuji ha analizzato il rapporto fra inquinamento e tassi di arresto cardiaco su 559 residenti della città sede dell'ateneo giapponese fra il 2005 e il 2010.
Dai dati emerge che la frequenza di asistolia aumenta in corrispondenza dell'aumento dei livelli di alcuni inquinanti atmosferici. A distanza di 48-72 ore con una permanenza nell'atmosfera di elevati livelli di particolato, il rischio di arresto cardiaco aumenta del 17 per cento, una percentuale che schizza al 40 per cento dopo 72-96 ore di permanenza nell'aria di alti livelli di ozono.
“Gli effetti dell’aumentato inquinamento da polveri ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | inquinamento, cuore, infarto,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 26917 volte