Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Sepsi, un gigante ancora troppo nascosto

La sopravvivenza aumenta ma è ancora troppo bassa

La sepsi è una delle condizioni più pericolose, ma al tempo stesso fra le meno conosciute. Anche se negli ultimi anni è cresciuto il tasso di sopravvivenza, la mortalità di un paziente con shock settico è ancora intorno al 40%, percentuale tra le più elevate tra le malattie acute.
Una tempestiva diagnosi rimane la chiave per il successo. È quanto emerge dall’intervista rilasciata da Massimo Girardis, docente presso l'Università di Modena e coordinatore del gruppo di studio infezioni e sepsi della SIAARTI.
Professore quanto è importante la diagnosi precoce e il buon uso degli antibiotici?
“La diagnosi precoce nel caso di infezioni gravi è la chiave per il successo nella gestione del paziente con sepsi grave. I principali sforzi compiuti in questi dieci anni dalla comunità scientifica sono stati proprio rivolti all’identificazione precoce del paziente con sepsi sia attraverso ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | sepsi, infezione, antibiotici,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 19278 volte