Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 11

Risultati da 1 a 10 DI 11

06/11/2013 11:08:55 Cresce la percentuale di uomini ossessionati dal proprio fisico

Disturbi alimentari anche nei maschi, il complesso di Adone
I disturbi alimentari non sono una prerogativa femminile, ma rappresentano una minaccia anche per gli uomini. Fra i maschi, infatti, ben il 17,9 per cento è particolarmente preoccupato dal proprio peso e dal proprio fisico.
Lo dice una ricerca condotta su più di 5mila adolescenti da medici del Children's Hospital di Boston e pubblicata su Jama Pediatrics. Dall'analisi emergono i problemi più comuni, ovvero anoressia, bulimia, ma anche una vera e propria ossessione per la muscolosità e il ... (Continua)

22/01/2013 17:08:41 Chi ne soffre salta le iniezioni di insulina per dimagrire

Diabulimia, un altro disturbo dell'alimentazione
Sembrano infinite le varianti a disposizione dell'uomo per procurarsi male. Ora dall'Inghilterra arriva l'allarme riguardante un nuovo disturbo dell'alimentazione, la diabulimia, inquietante neologismo nato dalla fusione di “diabete” e “bulimia”.
In sostanza, si tratta di un disturbo dell'alimentazione che si aggiunge e complica una condizione clinica già pregiudicata dalla presenza del diabete. Il disturbo colpisce soprattutto donne diabetiche giovani che, allo scopo di perdere peso, non ... (Continua)

01/09/2011 La malattia dei forzati della palestra
Ossessione per i muscoli troppo sviluppati, la vigoressia
Non sono piu' solo le adolescenti a soffrire di anoressia e bulimia, ma l'insorgenza dei disturbi alimentari si è estesa ormai anche alla fascia che va dagli 8 ai 12 anni e al popolo dei quarantenni. E se circa il 90% della popolazione che soffre di questi disagi è di sesso femminile, cresce il numero di maschi che vince la timidezza per denunciare casi di difficoltà ad accettare il proprio corpo. A soffrire di disturbi legati all'alimentazione resta il 5% della popolazione italiana. ... (Continua)
28/06/2011 Una nuova forma di comunicazione, capace di mediare fra terapeuta e mondo reale

Bulimia e anoressia, l'aiuto della realtà virtuale
Contro i disturbi del comportamento alimentare ecco la Virtual Reality, una metodica avveniristica che, abbinata alla seduta psicoterapica, riesce a far ottenere risultati incoraggianti e in tempi più brevi.
Mentre negli USA e in molti paesi d’Europa la Realtà Virtuale è già, da una decina d’anni, uno strumento consolidato nella pratica clinica, in Italia ha tardato ad apparire. La Casa di Cura Villa Santa Chiara, centro d’eccellenza nella cura dei disturbi psichici e sempre aperta a tutte ... (Continua)

21/10/2010 I disturbi alimentari si diffondono anche tra le quarantenni e gli uomini

L'anoressia causa danni alla vista
Da uno studio inglese pubblicato in questi giorni sulla rivista “British Journal of Opthalmology” è emerso che l'anoressia nervosa può causare seri danni agli occhi. Lo studio condotto dall'Università di Atene ha evidenziato che questo disturbo dell'alimentazione, deleterio per tutto l'organismo, a lungo termine manifesta i suoi effetti anche sulla vista. Il campione è molto limitato, ha infatti coinvolto 13 donne che hanno sofferto di anoressia per una media di 10 anni, e 20 donne che hanno ... (Continua)

21/09/2009 Ragazze e disordini alimentari

Brave a scuola a rischio anoressia e bulimia
Non star bene nel proprio corpo e non aver un buona rapporto col cibo. Mangiare troppo o troppo poco, non vendendosi mai belle e in salute. Questo capita a molte ragazze, anche giovanissime, che corrono il pericolo di cadere nell'anoressia, nella bulimia o in altri disturbi alimentari.
Le ragazze che ottengono buoni voti a scuola e provengono da famiglie con alto grado d'istruzione sono più a rischio di sviluppare disordini alimentari rispetto alle loro coetanee meno brave a scuola e/o con ... (Continua)

19/03/2008 
Testosterone protegge da anoressia e bulimia
Una ricerca condotta alla Michigan State University suggerisce come le giovani donne adulte (18-29 anni) esposte in periodo prenatale al testosterone presentino una ridotta probabilità di sviluppare disordini dell’alimentazione. Si tratta di una scoperta – affermano i ricercatori americani – che fornisce una prova ulteriore di come vi siano fattori biologici, e non solo influenze sociali, alla base di anoressia e bulimia.
In uno studio condotto su 538 coppie di gemelli nel Michigan, gli ... (Continua)
30/05/2004 
Bambine vittime di violenza più a rischio anoressia
Le donne che hanno subito abusi fisici da bambine rischiano il doppio di soffrire di disturbi del comportamento alimentare.
È la tesi sostenuta dai ricercatori dell’Harvard Medical School dopo lo studio condotto su 732 donne tra i 36 e 44 anni e pubblicato sulla rivista medica Epidemiology. Coloro che avevano dichiarato di aver subito un abuso fisico nell’infanzia rischiavano il doppio i disturbi del comportamento alimentare, o quanto meno qualche sintomo di tali malattie. ... (Continua)
01/03/2004 
Psiche della madre può causare l’inappetenza infantile
Quando un bambino rifiuta la pappa, i genitori si rivolgono al pediatra il quale può consigliare, se il bambino è un lattante, di continuare con il latte materno e ogni tanto riproporre la prima minestrina, senza sforzare il bambino, in quanto dovrà maturare il gusto naturalmente. La dentizione disturba i lattanti, ma non crea inappetenza. Spesso il bambino rifiuta un cibo che gli è proposto con il cucchiaino o il biberon, mentre è abituato al calore e alla morbidezza del seno materno. Con ... (Continua)
13/11/2003 
Perché aumentano i casi di anoressia e bulimia
Alla base dell’aumento dei casi di anoressia e bulimia c’è, oltre a fattori genetici, la crisi di identità e l’indebolimento dei ruoli all’interno della famiglia. Il ruolo della donna ad esempio non è più fortemente definito come nella famiglia tradizionale, mentre nel rapporto tra genitori e figli ci sono spesso difficoltà nella comunicazione.
E’ il parere di Emilia Costa esposto in occasione del seminario sui disturbi delle condotte alimentari presso il reparto di Psichiatria del ... (Continua)

  1|2

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale