Sezioni medicina


Fibrillazione atriale, anticoagulanti sempre fondamentali

Evitano che l'aritmia provochi ictus cerebrali

La fibrillazione atriale è caratterizzata da un'alterazione del ritmo del cuore, che risulta molto rapido e irregolare, con formazione di coaguli in grado di arrivare al cervello che provocano i cosiddetti ictus “cardioembolici”. Questa aritmia, aumentandone di 5 volte il rischio, provoca oltre un quarto dei circa 200.000 ictus che si verificano ogni anno nel nostro Paese, dove costituiscono la seconda causa di morte e la prima di disabilità nei soggetti adulti-anziani.
Attualmente sono disponibili terapie efficaci a base di anticoagulanti, che riducono il rischio di ictus di circa 2/3. Il “Progetto Fai: la Fibrillazione atriale in Italia”, coordinato da Antonio Di Carlo dell'Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-In), ha condotto una nuova ricerca pubblicata su Aging Clinical and Experimental Research (Springer Nature), che ha permesso di valutare la ...  (Continua) leggi la 2° pagina

Keywords | fibrillazione, anticoagulanti, aritmia,

Notizie correlate


Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 3321 volte