(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) passati da 8,18 dosi giornaliere per 1000 abitanti del 2000 a 35,72 del 2010. Il rapporto sottolinea inoltre che gli italiani sono mediamente sempre più anziani e affetti da malattie croniche. A determinare il declino del concetto di salute applicato alla vita quotidiana sono anche le ultime scelte in materia di politica sanitaria, come conferma Walter Ricciardi dell’Istituto di Igiene della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica di Roma: “le ultime manovre economiche realizzate in Italia in risposta alla tempesta finanziaria hanno portato al ridimensionamento dei livelli di finanziamento dell’assistenza sanitaria già dal 2012; all’introduzione di ulteriori ticket; a tagli drastici nei trasferimenti alle Regioni e alle municipalità dei fondi su disabilità, infanzia, e altri aspetti che vanno poi a incidere sulla nostra salute”.
L’altro dato che emerge dall’analisi è la tendenza ad accumulare chili di troppo, che soltanto a una visione superficiale può sembrare contraddittorio con i problemi economici in atto. A fronte di una riduzione progressiva del potere di acquisto medio corrisponde infatti una tendenza a nutrirsi con alimenti meno costosi perché prodotti a livello industriale, di conseguenza meno salutari e più ricchi di grassi.
Leggi altre informazioni
23/04/2012 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante