I farmaci che riducono la cardiotossicità della chemio

Utili i beta-bloccanti e gli ace-inibitori

Tumore mammario_11543.jpg

Le donne che devono affrontare un ciclo di chemioterapia per un carcinoma mammario possono trarre beneficio dall’assunzione di beta-bloccanti e ace-inibitori, che hanno l’effetto di ridurre la cardiotossicità della terapia antitumorale.
A evidenziarlo è una sottoanalisi dello studio Safe, pubblicato su Jama Oncology.
I risultati sono stati presentati nel corso del 'Breast symposium' - che si è tenuto a Copenhagen nell'ambito del Congresso Estro 2022 (European society of radiation oncology) - da Icro Meattini, professore associato di Radioterapia oncologica dell'Università di Firenze e consigliere della Fro. «L'efficacia crescente delle terapie contro il cancro» - spiega Meattini - «dà luogo, come auspicato, a un costante
aumento dei pazienti lungosopravviventi, rispetto ai quali diviene sempre più importante valutare, e se possibile prevenire, le conseguenze non solo della malattia, ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | chemioterapia, cardiotossicità, beta-bloccanti,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 1919 volte