Ipertensione, funziona la denervazione renale

Riduce in modo significativo la pressione sanguigna nel corso di tre anni

Ipertensione_11598.jpg

La denervazione renale endocardiovascolare con ultrasuoni (uRDN) è un’alternativa valida ai farmaci in caso di ipertensione resistente.
Lo dice uno studio pubblicato su Jama Cardiology che ha messo a confronto pazienti assegnati alla uRDN o a una procedura simulata rispetto a un trattamento antipertensivo standardizzato. Il trattamento ha portato a una riduzione simile della pressione a 6 mesi. Inoltre, i pazienti sottoposti a uRDN hanno avuto bisogno di un numero inferiore di farmaci.
«Sebbene i primi studi sull'RDN per pazienti con ipertensione resistente abbiano riportato risultati incoerenti, nel trial RADIANCE-HTN TRIO è stato scoperto che l'uRDN riduce la pressione sanguigna rispetto alla procedura simulata a 2 mesi nei pazienti con ipertensione resistente che assumevano farmaci di background stabili», spiegano i ricercatori.
Allo studio hanno preso parte pazienti fra i 18 e ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | ipertensione, denervazione, reni,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 1069 volte