(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) con le forme più severe di questa patologia”.
I ricercatori hanno analizzato i dati di 1322 persone affette da entrambe le malattie e quelli di altri 12mila pazienti che soffrivano di sola ipertensione. Dai dati è emerso che la probabilità di uno stato ipertensivo (minimo 140/90) aumenta proporzionalmente alla gravità delle lesioni cutanee prodotte dalla psoriasi.
Il collegamento fra le due malattie è ancora piuttosto oscuro, ma è probabile che alla base di entrambe le malattie vi sia un persistente stato infiammatorio a carico dell'organismo. “Resta ancora da appurare la questione se sia nato prima l’uovo o la gallina, ovvero se sia la psoriasi che contribuisce a scatenare l’ipertensione o viceversa. La nostra ipotesi, al momento, è che la psoriasi e lo stato infiammatorio che essa comporta peggiorino la pressione elevata, ma non può essere escluso che sia il contrario. In ogni caso è fondamentale che i pazienti psoriasici siano curati con attenzione, tenendo presenti i rischi di altre patologie a cui vanno incontro e facendo tutto il possibile per prevenire l’insorgenza di altre malattie che già oggi sappiamo essere più probabili in chi convive con questa patologia cronica della pelle”, spiega Takeshita.
Altri studi hanno già indagato questo rapporto di causalità. Un'altra analisi americana evidenzia un nesso fra la psoriasi e l'ipertensione, soprattutto fra le donne. Secondo i risultati dell'analisi pubblicata su Jama Dermatology le donne affette da pressione alta mostrerebbero un rischio di sviluppare la malattia dermatologica superiore del 30 per cento rispetto al normale. L'aumento sale al 40 per cento se le donne assumono beta-bloccanti come atenolo e propanololo da almeno 6 anni.
Lo studio ha sfruttato i dati provenienti dal grande studio prospettico Nurses' Health Study, anche se non ha ben chiarito il meccanismo alla base dell'associazione. La dermatologa Pucci Romano commenta: “questa malattia cronica di origine autoimmune aggiunge quindi un fattore di rischio a quelli già noti come familiarità, diabete, obesità e stress sapevamo già che alcuni medicamenti possono rappresentare un fattore scatenante o peggiorativo per la psoriasi: il litio, l'interferone, alcuni anti-malarici e questa ricerca aggiunge una bandierina rossa ai beta-bloccanti, farmaci che quindi devono essere utilizzati con cautela nelle donne con psoriasi. Oggi sappiamo con ragionevole certezza che la psoriasi si accompagna ad una serie di altre malattie e che il paziente psoriasico corre il rischio di sviluppare altre patologie. Alcune di esse, in realtà, erano note da tempo, come l'Artrite Psoriasica, che oggi si ritiene colpisca dal 20 al 30% dei pazienti psoriasici''.
Le cause del nesso esistente fra psoriasi e ipertensione sono probabilmente da ricercare in una disregolazione del Sistema Renina Angiotensina, in una aumentata produzione di Endotelina 1 e in un aumentato stress ossidativo. Il Journal of Hypertension ha recentemente messo a punto una review sistematica e una metanalisi sull'associazione tra psoriasi, artrite psoriasica e ipertensione: sono stati identificati 24 studi osservazionali nel corso di 32 anni per un totale i 2.7 milioni di partecipanti, di cui 309.469 affetti da psoriasi.
Sulla base di modelli random caso-controllo e di studi cross-sezionali, l'odds ratio (OR) per l'ipertensione nei pazienti con psoriasi è stato pari a 1.58, rispetto ai controlli. L'OR per ipertensione per i pazienti affetti da una psoriasi lieve è stato di 1.30 e per i pazienti affetti da una psoriasi severa 1.49, sempre rispetto ai controlli. In due differenti studi di coorte sull'incidenza dell'ipertensione è stato riscontrato che la psoriasi ha un hazard ratio (HR) per lo sviluppo di IA di 1.09 e 1.17. E anche in un sottogruppo di pazienti con artrite psoriasica si è riscontrata un'aumentata prevalenza di ipertensione (OR: 2.07). In conclusione, sia nella psoriasi che nell'artrite psoriasica si ha un'aumentata prevalenza di ipertensione. E i pazienti con psoriasi severa hanno un maggior rischio rispetto a quelli con psoriasi lieve.
Lo stesso gruppo di ricercatori ha anche condotto, con analoga metodologia, una valutazione della possibile associazione della psoriasi con l’obesità. I risultati, pubblicati sulla rivista Nutrition and Diabetes, hanno evidenziato che, rispetto alla popolazione generale, i pazienti affetti da psoriasi hanno una più elevata incidenza e prevalenza di obesità, importante fattore di rischio cardiovascolare. Inoltre nei pazienti con la forma severa è più facile riscontrare l’obesità rispetto a quelli con psoriasi lieve. Sebbene il meccanismo alla base di tale associazione epidemiologica non sia ancora chiaro, i ricercatori ipotizzano che le citochine pro infiammatorie prodotte dagli adipociti possano esacerbare la psoriasi.
Leggi altre informazioni
24/12/2014 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante