Autismo, non c’è differenza di genere

Studio dimostra che lo screening precoce cancella il divario legato al sesso

Autismo_13247.jpg

La maggiore incidenza di disturbi dello spettro autistico fra bambini e bambine in realtà sarebbe solo un effetto ottico. Secondo uno studio pubblicato su Biological Psychiatry, infatti, adottando uno screening precoce i tassi si assesterebbero su livelli simili.
La ricerca, coordinata da Catherine Burrows e Jed Elison dell’Università del Minnesota, ha utilizzato i dati raccolti dalla rete Brain Imaging Study Network, a cui hanno partecipato bambini a maggiore probabilità di sviluppare disturbi dello spettro autistico dai 6 ai 60 mesi di età.
Quando lo screening è precoce e si eliminano i bias legati al sesso si evidenzia un numero sostanzialmente uguale di diagnosi di autismo fra maschi e femmine.
“La convinzione comune i disturbi dello spettro autistico colpiscano più i ragazzi che le ragazze – commenta Burrows – La nostra ricerca mostra che le ragazze e i ragazzi hanno, invece, ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | autismo, genere, screening,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 184439 volte