Leucemia linfatica cronica, efficace ibrutinib

Nuovi dati sull’efficacia in combinazione e in monoterapia

Leucemia_13739.jpg

Efficace la terapia combinata ibrutinib più venetoclax per il trattamento della leucemia linfatica cronica. Lo dimostrano i dati presentati da Janssen alla European Hematology Association (EHA) 2021 e relativi allo studio GLOW di fase 3.
Lo studio ha valutato la terapia a durata fissa di ibrutinib più venetoclax (I+V) rispetto alla terapia clorambucile più obinutuzumab (Clb+O) per il trattamento in prima linea di pazienti anziani o unfit con leucemia linfatica cronica (LLC). La terapia I+V per via orale, una volta al giorno, si è rivelata superiore in termini di sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto alla Clb+O; inoltre, I+V ha migliorato significativamente la profondità e la durata della remissione. Con I+V, l'85 per cento dei pazienti ha mantenuto la malattia minima residua non rilevabile (uMRD) nel sangue periferico (PB) per un anno dopo la fine del trattamento. Il ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | ibrutinib, leucemia, chemioterapia,

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 118302 volte