(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) per 15 minuti. Si passa poi al fissaggio con uno spray al PH 3,5 per il capello colorato e 5,5 per quello naturale. Infine, il risciacquo».
2) Colore prima del mare. Sì o no? Spaventate all’idea di rovinare i capelli con tinture troppo aggressive prima dell’estate? Niente paura, il colore non è un tabù, anche prima della spiaggia, e in certi casi può addirittura nutrire. «Esistono colorazioni non aggressive che nutrono e riparano il capello. Il trattamento “dolci riflessi”, ad esempio, propone un cocktail con olio pigmentato diretto, proteine e polvere di cioccolato utili a ristrutturare i capelli proprio mentre si colora», spiega Colombo. Il risultato di questa nuova colorazione, specifica per dare luce e riflessi tono su tono, è un effetto di estrema naturalezza.
3) Tagliare o non tagliare? L’arrivo dell’estate è il momento giusto per la classica “spuntatina”. «Eliminare le punte rovinate prima dell’esposizione a sole, vento e salsedine certamente fortifica e conferisce al capello un aspetto più sano». In più consente di ridurre la chioma di soli pochi centimetri, mentre il rischio non intervenendo subito è che dopo le vacanze i capelli siano troppo rovinati e il taglio debba essere più incisivo.
4) Brushing sì o no?Tra docce frequenti e tanti bagni in estate i nostri capelli sono sottoposti a frequentissimi lavaggi. Quando sono umidi i capelli sono più delicati e si spezzano facilmente. Ecco perché è necessario riservargli qualche attenzione in più: phon tiepido, mai caldissimo, e pettine a denti larghi sono la regola.
5) Addio capelli crespi, senza abusare della piastra. Con caldo e umidità i capelli crespi sono pronti a “esplodere”. Una soluzione può essere un trattamento alla lanolina prima di partire. È un passo avanti oltre la cheratina perché al 100% naturale. La lanolina si ottiene dalla lana delle pecore con un processo di purificazione e lavaggio in acqua calda e con particolari detergenti che eliminano il grasso in eccesso e trasformano in siero l’estratto. L’applicazione è paziente e meticolosa: «Si applica ciocca per ciocca con un massaggio avvolgente che riguarda anche la cute. Poi, con l’effetto calore del casco, il siero si fissa alla struttura del capello avvolgendolo in una pellicola protettiva che lo ristruttura in profondità e rendendolo dunque pettinabile e disciplinato», spiega Colombo. «L’effetto dura circa tre-quattro mesi, e con l’estate è perfetto».

Leggi altre informazioni
31/05/2017 Arturo Bandini


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante