Due geni fanno scattare l'autismo

Negr1 e FGFR2 sono coinvolti nello sviluppo del cervello

Un nuovo studio pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Brain collega per la prima volta il mancato sviluppo di una specifica area del cervello ai disturbi della sindrome autistica.
La ricerca si è focalizzata sull'azione coordinata di due molecole, Negr1 e FGFR2, che assicurano il corretto sviluppo della corteccia somato-sensoriale, una specifica area cerebrale deputata alla percezione e elaborazione degli stimoli sensoriali. I ricercatori hanno scoperto che un'alterazione della funzione di Negr1 e FGFR2 induce difetti nella formazione della corteccia cerebrale e porta a comportamenti anomali che si possono ricondurre ai sintomi diagnostici dell'autismo.
Il lavoro √® stato condotto da gruppo di ricerca dell'IIT-Istituto Italiano di Tecnologia, guidato da Laura Cancedda, in collaborazione con il laboratorio di Biologia delle Sinapsi presso il Centre for integrative Biology ...  (Continua) leggi la 2° pagina

Notizie su: autismo, neuroni, geni,

Notizie correlate


Autismo, un batterio può ridurre i sintomi Efficace uno specifico ceppo di Lactobacillus reuteri





Autismo, nuovo strumento per il Tip Toe Behavior Nuovo protocollo per la sua valutazione





Autismo, possibile cura grazie a un gene? L'inibizione di GTF2l fa regredire i sintomi di una forma rara





Autismo, diagnosi precoce con l'Intelligenza Artificiale Il sistema consente una diagnosi già a 2-4 anni





Nuove linee guida sull'autismo Diagnosi e trattamento in bambini e adolescenti





Autismo, il ruolo di alcuni recettori nervosi Sotto indagine i recettori mGlu5





La realtà virtuale aiuta i ragazzi con autismo Progetto italiano dimostra la validità dell'approccio





Nuova scoperta su autismo e sindrome dell'X fragile Meccanismo alla base del deficit di flessibilità nel comportamento sociale





Individuare l’autismo con la telemedicina Attivato un nuovo strumento per lo screening a distanza





L'autismo è ancora sotto diagnosticato Studio evidenzia il costante aumento dei casi per questo motivo





Le staminali per l'autismo Il futuro della medicina molecolare e rigenerativa





Scoperto un nuovo gene responsabile dell'autismo Nuove prove sulle basi genetiche della malattia





Alterazione genetica alla base di una forma di autismo Il ruolo dell'amminoacido atipico D-aspartato





Autismo, non c'è differenza di genere Studio dimostra che lo screening precoce cancella il divario legato al sesso





Comprendere l'autismo grazie al sistema visivo L'ipotesi di un progetto di ricerca italiano





Autismo, già a 12 mesi è possibile individuarlo I bambini a rischio faticano nell'elaborazione sensoriale





Chi ha l'autismo non riesce a capire le intenzioni altrui Studio dimostra la difficoltà dei soggetti autistici nell'interpretare il mondo





Autismo, i problemi di linguaggio dipendono dalla corteccia La corteccia temporale superiore è meno reattiva





Autismo, diagnosi a 2 anni per ridurne i sintomi La diagnosi precoce consente di ottenere miglioramenti sensibili