Quando il cancro ai polmoni colpisce chi non fuma

Causato da un accumulo di mutazioni genetiche

Tumore al polmone_14484.jpg

Capita più frequentemente di quanto si pensi la diagnosi di cancro ai polmoni in soggetti che non fumano. Stando alle statistiche, la prevalenza è di circa 15-20 casi ogni 100. Ma perché succede?
Uno studio pubblicato su Nature Genetics ha provato a spiegarlo, scoprendo che nella maggior parte dei casi la neoplasia si sviluppa in seguito a un accumulo di mutazioni genetiche causate da processi naturali che si verificano nell’organismo.
«Un caso su cinque di carcinoma polmonare riguarda un non tabagista, anche in Italia— dice al Corriere della Sera Silvia Novello, Ordinario di Oncologia Medica presso il Dipartimento di Oncologia dell'Università di Torino —. Questi pazienti sviluppano soprattutto un tipo di neoplasia (l’adenocarcinoma) e, anche se i dati riportati in letteratura sono contraddittori, sembrerebbe che (a parità di altri fattori quali lo stadio di malattia e l’età) i non ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | cancro, polmoni, mutazione,

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 95190 volte