(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) ricche di colesterolo, una delle cause classiche di infarto. In alcuni succede tutto entro brevissimo tempo; nei pazienti in cui il cuore 'cede' dopo un paio di giorni dal momento di rabbia è possibile che la placca si rompa, ma che il trombo vada a occludere le arterie solo nelle ore successive».
A confermarlo è uno studio pubblicato sullo European Heart Journal che rivela come le persone più a rischio di attacchi cardiaci e ictus siano proprio quelle più propense a perdere la calma. Il momento più pericoloso, tuttavia, non è quello dello scoppio di ira, ma due ore dopo.
Stando a quanto dicono i ricercatori della Harvard School of Public Health, una persona che si arrabbia molto vede aumentare il rischio di attacco cardiaco dopo due ore di cinque volte, mentre il pericolo di ictus aumenta di tre volte. I ricercatori hanno elaborato questi dati sulla base di nove studi precedenti sull'argomento.
Tuttavia, il rischio legato a una singola esplosione di rabbia è molto limitato, mentre preoccupante è la situazione di quelle persone che si arrabbiano con facilità e regolarità. Nella loro condizione, il rischio rimane sempre più elevato degli altri.
Il team coordinato dalla dott.ssa Elizabeth Mostofsky ha calcolato che cinque episodi di rabbia ogni giorno equivalgono a 158 attacchi cardiaci in più ogni anno su 10mila persone con basso rischio cardiovascolare. Nei soggetti che hanno invece problemi di natura cardiovascolare, il rischio si traduce in 657 crisi in più ogni 10mila persone.
«Anche se il rischio di subire un evento cardiovascolare acuto con un singolo scatto d’ira è relativamente basso, il rischio si può accumulare per le persone con frequenti episodi di rabbia», dichiara Mostofsky.
La rabbia intensa causa un aumento della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca, con conseguente alterazione degli equilibri ormonali dell'organismo, il che favorisce la rottura di una placca aterosclerotica.
Un'ottima opzione preventiva sarebbe quella di scaricare la rabbia e lo stress in eccesso attraverso un'attività sportiva o metodi alternativi come la meditazione o lo yoga.
Leggi altre informazioni
03/11/2016 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante