(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) medico verso questo tipo di prodotti.
“E questo nonostante l'American college of obstetricians and gynecologists sostenga dal 2009 che i Larc (Long-Acting Reversible Contraceptives) dovrebbero essere usati come contraccettivi di prima linea nella maggior parte delle donne a causa della loro elevata sicurezza ed efficacia”.
I medici di metà dei 40 consultori coinvolti nello studio hanno ricevuto un’adeguata formazione sui Larc, mentre l’altra metà ha svolto la consueta attività: “le donne che hanno preso parte allo studio volevano avere una consulenza contraccettiva per non rimanere incinte nei 12 mesi successivi”, precisa Harper.
Alla fine dello studio, meno dell’1 per cento di chi ha utilizzato i Larc ha avuto una gravidanza imprevista, mentre nel gruppo di controllo la percentuale è salita al 9% fra le donne che hanno assunto la pillola e al 18% fra chi ha utilizzato il preservativo.
“Il che vuol dire che grazie alla formazione il tasso di gravidanze indesiderate è sceso da 15 all'8 per cento in un anno”, affermano gli autori. Carolyn Westhoff, consulente medico di Planned parenthood federation of America e coautrice dell'articolo, conclude: “questi dati dimostrano quanto sia importante che gli operatori sanitari abbiano informazioni complete sui metodi contraccettivi disponibili, così da poter fornire consulenze adeguate”.

Leggi altre informazioni
14/07/2015 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante