(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) trattati con AZA in monoterapia (p<0.05). Il 22 per cento dei pazienti trattati con infliximab in monoterapia ha ottenuto la remissione clinica in assenza di steroidi. I confronti tra infliximab + AZA versus AZA in monoterapia per l’endpoint primario e i principali endpoint secondari sono risultati statisticamente significativi. Il confronto primario tra infliximab versus AZA non è risultato statisticamente significativo e pertanto i valori per tutti gli altri confronti nei bracci di trattamento serviranno a puro scopo informativo.
Gli autori riferiscono che, alla settimana 16, il 77 per cento dei pazienti trattati con infliximab e azatioprina (P<0,05), il 69 per cento dei pazienti trattati con infliximab in monoterapia (P<0,05) e il 50 per cento dei pazienti trattati con AZA in monoterapia hanno raggiunto una risposta clinica (valori P rispetto a AZA in monoterapia). Dai risultati dello studio emerge inoltre che è stata conseguita la guarigione mucosale nel 63 per cento dei pazienti trattati con infliximab + AZA (P<0,05), nel 55 per cento dei pazienti trattati con infliximab in monoterapia (P<0,05,) e nel 37 per cento dei pazienti trattati con AZA in monoterapia (valori P rispetto a AZA in monoterapia).
“Questi dati dimostrano che l'introduzione di infliximab è in grado di migliorare gli outcome clinici nei soggetti affetti da colite ulcerosa da moderata a grave che non rispondano più al trattamento con corticosteroidi”, ha sottolineato Remo Panaccione, MD, FRCPC, direttore dell’Inflammatory Bowel Disease Clinic and Gastroenterology Training Program all’Università di Calgary, Alberta (Canada) e coordinatore dello studio. “Questi risultati sono incoraggianti per le persone costrette a convivere con la colite ulcerosa e per i clinici impegnati nella ricerca, nella diagnosi e nel trattamento delle malattie infiammatorie croniche intestinali”. Inoltre è stato generalmente osservato un miglioramento graduale dei singoli sottopunteggi Mayo (frequenza delle scariche, sanguinamento rettale, valutazione generale da parte del medico e punteggio endoscopico) nei pazienti trattati con AZA in monoterapia rispetto ai pazienti trattati con infliximab in monoterapia, ma la differenza maggiore è stata osservata con la terapia di associazione con infliximab.
“Lo studio ha dimostrato che il trattamento con infliximab, in monoterapia o in associazione con azatioprina, presenta una probabilità maggiore di indurre una risposta clinica e la guarigione della mucosa nei pazienti affetti da colite ulcerosa, da moderata a grave, rispetto al trattamento con azatioprina in monoterapia”, ha affermato Paul Rutgeerts MD, PhD, FRCP, direttore del Reparto Multidisciplinare di Endoscopia e presidente dell’Unità MICI, del gruppo degli studi clinici sulle MICI e del gruppo di ricerca sulle MICI presso l’Università di Lovanio nonché coordinatore dello studio. “Nei precedenti studi la guarigione mucosale era associata a una riduzione nel numero degli interventi di colectomia nei pazienti affetti da colite ulcerosa e a una riduzione dei ricoveri ospedalieri e degli interventi chirurgici nei pazienti affetti da malattia di Crohn; si è inoltre rilevata un fattore predittivo di remissione a lungo termine”.
La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria cronica intestinale (MICI) che colpisce circa 700mila persone nella Unione Europea. È caratterizzata dall’infiammazione e dall’ulcerazione della mucosa del colon e causa feci sanguinolente, gravi scariche diarroiche e spesso dolore addominale. Si formano minuscole piaghette aperte o ulcere sulla superficie del-la mucosa con conseguente fuoriuscita di sangue ed emissione di pus e muco. Poiché l’infiammazione determina uno svuotamento frequente del colon, i sintomi includono generalmente diarrea (a volte sanguinolenta) e forti dolori addominali con conseguente perdita di peso, anemia e diverse complicanze secondarie. Nel caso in cui i trattamenti tradizionali non siano in grado di controllare i sintomi della malattia, si stima che una percentuale pari al 30 per cento dei pazienti affetti da CU si sottoporrà a colectomia (rimozione chirurgica del colon).

Leggi altre informazioni
28/02/2011


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante