Il vaccino anti-Covid protegge i feti dalla natimortalità

Ridotti i rischi di natimortalità dovuti al virus

Gravidanza_3124.jpg

Il vaccino anti-Covid assunto in gravidanza non ha solo l’effetto di proteggere la gestante dall’infezione, ma anche quello di ridurre il rischio di natimortalità tra i feti. Lo dimostra uno studio pubblicato sull’American Journal of Obstetrics & Gynecology da un team del Massachusetts General Hospital e dell’Harvard Medical School di Boston diretto da Drucilla Roberts.
«Nelle gestanti la natimortalità è una complicanza riconosciuta dell'infezione da Covid-19, causata da alterazioni dannose della placenta indotte dal virus e caratterizzata dalla comparsa di lesioni croniche multiple provocate, secondo studi precedenti, da una vera e propria incompatibilità materno-fetale. In queste circostanze, la morte del feto dovuta alla placentite con conseguente insufficienza placentare rappresenterebbe una forma estrema di rigetto», spiegano gli autori.
Lo studio ha preso in esame i risultati ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, fertilità, vaccino,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 184399 volte