Anemia emolitica, efficace sutimlimab

Primo trattamento possibile per la malattia autoimmune

Anemie_3636.jpg

È possibile la messa a punto di un trattamento per l’anemia emolitica autoimmune da agglutinine fredde.
I risultati della parte A dello studio CADENZA, studio registrativo di fase 3 in doppio cieco e controllato con placebo che valuta la sicurezza e l'efficacia di sutimlimab in persone con malattia da crioagglutinine (CAD, Cold Agglutinin Disease) senza una storia recente di trasfusione di sangue (entro i sei mesi precedenti), sono stati presentati in una sessione orale al Congresso dell'European Hematology Association 2021.
I dati hanno dimostrato che il trattamento con sutimlimab porta a un'inibizione rapida e sostenuta dell'emolisi attivata da C1 nei soggetti con CAD entro una settimana dal trattamento e a miglioramenti clinicamente significativi dell'emoglobina e della fatica rispetto al placebo nel corso dello studio.
"L’anemia emolitica autoimmune da agglutinine fredde (o ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | anemia, sutimlimab, emolitica,

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 118333 volte