Alzheimer, il Viagra sembra ridurne il rischio

Effetto positivo del farmaco per la disfunzione erettile

Morbo di Alzheimer_5160.jpg

La somministrazione di Viagra potrebbe essere associata a un rischio più basso di insorgenza del morbo di Alzheimer. Lo rivela uno studio pubblicato su Nature Ageing da un team del Cleveland Hospital.
I ricercatori americani hanno costruito 13 possibili modelli endofenotipici contenenti le 'firme biologiche' dell'Alzheimer. Grazie all’Intelligenza Artificiale, gli scienziati hanno analizzato 1.600 farmaci approvati dalla Fda per capire quali principi attivi potessero interagire positivamente con i target molecolari dell’Alzheimer identificati dai 13 modelli di malattia. Il sildenafil, cioè il Viagra, ha ottenuto uno dei punteggi più alti.
"I ricercatori – spiega a Repubblica Federica Agosta, associato di Neurologia all'Università Vita-Salute San Raffaele e responsabile dell'unità di Neuroimaging delle malattie neurodegenerative dell'Irccs Ospedale San Raffaele - hanno analizzato i dati ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Alzheimer, Viagra, Sildenafil,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 3396 volte