(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) di vita in uno studio è difficile, afferma Cameron, e i ricercatori non sono stati in grado di dire definitivamente perché le donne mettono su chili di troppo dopo la menopausa.
Le scimmie però forniscono un buon modello perché esse hanno un ciclo mestruale di 28 giorni come le donne “umane”.
Durante le ricerche presso la Oregon Health & Science University il team di Judy Cameron ha rimosso le ovaie a 19 delle 47 scimmie.
“Un basso livello di estrogeni si traduce in una maggiore tendenza ad assumere cibo” afferma la Cameron.
“Ne primi due mesi le scimmie hanno avuto un aumento del 67% nell’assunzione di cibo.
"In più, abbiamo notato un incremento dell’ormone, che è prodotto dalle cellule di grasso ed è stato dimostrato giocare un ruolo nell’assunzione di cibo."
Gli estrogeni presenti nel cervello facilmente influenzano l’appetito. Non sempre però le scimmie, pur mangiando di più, aumentavano sempre di peso. Alcune mantenevano lo stesso peso, altre ingrassavano parecchio.
“La correlazione tra quello che gli animali stavano mangiando e quanto peso stavano guadagnando si è rivelata molto piccola” dice la Cameron. La ricerca è stata anche l’occasione perfetta per testare l’effetto sul peso dell’alimentazione notturna e diurna.
Come le persone, infatti, le scimmie hanno differenti abitudini alimentari. "Alcune mangiano solo di giorno, altre acquisiscono il 60% delle calorie con degli spuntini notturni. E’ stato però osservato che l’ora in cui prevalentemente le scimmie si alimentavano non influiva sui chili che esse avrebbero preso.
Il tema coordinato da Judy Cameron sta testando il metabolismo delle scimmie per osservare se il livello di estrogeni ha influenza su questo particolare aspetto. Quanto osservato potranno aiutare i biologi a trarre delle conclusioni sugli effetti del livello di estrogeni sull’appetito e sul metabolismo, ma è ancora presto per avere simili risultati.
L’importanza della ricerca però risiede nella conclusione che le donne in menopausa dovrebbero porre più attenzione al desiderio di cibo che probabilmente crescerà ed al peso ed allo stile di vita in generale. La ricerca ha poi importanza per le donne che risiedono nei paesi in cui l’obesità è un fenomeno endemico, come ad esempio negli Stati Uniti, dove circa il 30% della popolazione è da considerarsi obesa.
La grandi società di ricerca farmaceutica sicuramente trarranno da ricerche come queste lo spunto per riformulare le terapie a base di ormoni per la menopausa tenendo conto, tra i fattori in gioco, anche dell’aumento di peso.



Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante