Risonanza magnetica predice Alzheimer al 90%

Il morbo di Alzheimer è un processo degenerativo che, in modo lento e progressivo, provoca un declino progressivo e globale delle funzioni intellettive in quanto distrugge le cellule cerebrali di chi n’è colpito.
Da un po’ di tempo si sta ipotizzando l’uso della risonanza magnetica per la diagnosi del morbo di Alzheimer in quanto con tale strumento essa potrebbe essere effettuata decenni prima che si presentino i sintomi clinici.
La risonanza magnetica è in grado di visualizzare il cervello con grande precisione. Anche perdite di sostanza cerebrale delle dimensioni della capocchia di un fiammifero possono essere evidenziate dall’esame. Il problema però che sino ad ora ha impedito di utilizzare questa tecnica per aiutare nella diagnosi risiede nell’estrema variabilità della struttura cerebrale fra persone diverse.
La possibilità di identificare le persone ad alto rischio ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 52535 volte