(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) finanziamenti di Careggi - prosegue Mannaioni - è stata eseguita secondo il modello del doppio cieco con gruppo di controllo e ha previsto la somministrazione randomizzata della terapia ad alcuni pazienti con apparecchio attivo e ad altri con emissioni neutre, prive di effetti, senza che le persone e i sanitari coinvolti fossero a conoscenza della condizione di funzionamento dello strumento”.
“Il gruppo di pazienti arruolati per lo studio era composto da 62 persone – ricorda il dottor Antonello Grippo responsabile della Neurofisiopatologia di Careggi – struttura nella quale si è svolta la sperimentazione, con quindici sedute di somministrazione, della durata di circa quarantacinque minuti per ciascun paziente, tutti i giorni per tre settimane. L'applicazione del trattamento è stata effettuata da un team di Tecnici di Neurofisiopatologia, esperti nella metodica coordinati dal dottor Giovanni Lanzo. La terapia con onde elettromagnetiche – conclude Grippo – genera micro-scariche elettriche indolore che stimolano le aree del cervello dove si ritiene si trovino i centri della dipendenza, tendendo a ripristinare il fisiologico funzionamento cerebrale”.
“La verifica oggettiva dei risultati raccolti, senza suggestioni involontarie negli sperimentatori e nei pazienti, ignari rispetto all’effettiva somministrazione, ha consentito – conclude Mannaioni – di verificare con rilevante validità statistica, nei soggetti realmente sottoposti alla terapia, un miglioramento della capacità di resistere alla dipendenza, essenzialmente psicologica, causata dall’uso di cocaina. I risultati sono stati confermati a seguito di un periodo di osservazione di 3 mesi. Questi dati indicano che la stimolazione con onde elettromagnetiche può rappresentare una valida possibilità terapeutica per il trattamento della dipendenza da cocaina, per la quale purtroppo non sono ancora disponibili farmaci pienamente efficaci”.
“Risultati - aggiunge Francesco Lolli della Neurofisiopatologia di Careggi e professore associato all’Università di Firenze - particolarmente importanti anche perché assimilabili a quelli riportati in uno studio del 2020 realizzato in Messico da una equipe di ricercatori, con metodo simile a quello applicato a Firenze, a conferma della validità dei dati raccolti che, In primo luogo, rassicurano sull’assenza di effetti collaterali, come cefalea, parestesie o altri sintomi tali da sospendere la somministrazione della terapia”.

Leggi altre informazioni
29/11/2021 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai le notizie più importanti.

Notizie correlate

Ecco i fattori che spingono all'abuso di alcol

  • Ecco i fattori che spingono all'abuso di alcol Individuati diversi aspetti, anche genetici
    (Leggi)


Dipendenza da web, la sindrome di Hikikomori

Adolescenti tra fumo analogico ed elettronico

  • Adolescenti tra fumo analogico ed elettronico I nuovi dati sulle abitudini dei più giovani
    (Leggi)


La pillola anti-sbornia

  • La pillola anti-sbornia Batteri e amminoacidi per ridimensionare l’effetto dell’alcol
    (Leggi)


Vietate le sigarette al mentolo

  • Vietate le sigarette al mentolo Dopo l’Unione Europea anche negli Stati Uniti si annuncia il ritiro del prodotto
    (Leggi)


Cocaina nel pene, rischio amputazione

  • Cocaina nel pene, rischio amputazione Il caso di un uomo che si era iniettato la droga nella vena dell’organo
    (Leggi)


Dipendenza da internet, come prevenirla e curarla

  • Dipendenza da internet, come prevenirla e curarla Diversi approcci per un problema tutto nuovo
    (Leggi)


Le sigarette elettroniche andrebbero vietate

  • Le sigarette elettroniche andrebbero vietate Conclusioni durissime da parte di uno studio australiano
    (Leggi)


L’uso problematico dei videogiochi in adolescenza

  • L’uso problematico dei videogiochi in adolescenza Fattori socioeconomici possono influenzare il rischio di dipendenza
    (Leggi)


La terapia comportamentale per la dipendenza da Internet

L’elettrostimolazione combatte la dipendenza da cocaina

  • L’elettrostimolazione combatte la dipendenza da cocaina Efficace l’approccio secondo uno studio italiano
    (Leggi)


L’informazione fa smettere di fumare

  • L’informazione fa smettere di fumare Migliore accesso alle evidenze scientifiche spingerebbe molti a rinunciare
    (Leggi)


Con la pandemia aumentano i fumatori

  • Con la pandemia aumentano i fumatori Difficile contenere i comportamenti nocivi durante il lockdown
    (Leggi)


Rischi neurologici per gli adolescenti che fumano cannabis

  • Rischi neurologici per gli adolescenti che fumano cannabis Il cervello dei ragazzi appare particolarmente sensibile agli endocannabinoidi
    (Leggi)


Uno spray per l’overdose da oppioidi

  • Uno spray per l’overdose da oppioidi L’assorbimento rapido può risultare decisivo
    (Leggi)


Dipendenze, una speranza dalla fotobiomodulazione

  • Dipendenze, una speranza dalla fotobiomodulazione Cambia l’oggetto della dipendenza ma gli effetti sono comunque traumatici
    (Leggi)


Esercizi visuospaziali per eliminare il mal d’auto

  • Esercizi visuospaziali per eliminare il mal d’auto La cinetosi può essere superata allenando il cervello
    (Leggi)


I polifenoli riducono gli effetti dannosi delle e-cig

  • I polifenoli riducono gli effetti dannosi delle e-cig L’aggiunta al liquido riduce la concentrazione di molecole tossiche
    (Leggi)


Evitare l’overdose di tecnologia nei ragazzi in quarantena

  • Evitare l’overdose di tecnologia nei ragazzi in quarantena 5 consigli per superare la prova della convivenza forzata
    (Leggi)


Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante