(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) di disturbi cardiaci, oltre ad embolie cerebrali e polmonari.
Secondo Heather Logan, direttore del cancer control policy, le donne devono evitare la terapia HRT perché il rischio di tumore al seno è minimo ma concreto.
Le conclusioni inequivocabili tratte dopo lo studio del 2002 hanno preoccupato molti medici che quotidianamente devono fare fronte alla confusione sollevata quando fu lo studio stesso ad essere interrotto, tra il clamore dei media, a causa della manifesta evidenza dei risultati. Da allora le donne hanno una grande paura di affrontare le terapie ormonali.
Secondo Sandy Messner, medical co-ordinator del clinical breast cancer prevention services di Sunnybrook e del Women's College Health Sciences Centre di Toronto le donne sono come dei dadi che sono appena stati gettati in aria: non sanno cosa possa accadere loro. "Ho molte pazienti che avrebbero realmente bisogno della terapia ormonale ma sono letteralmente terrorizzate dalle notizie diffuse dai media", ha affermato
Secondo Messner è giusto che si sperimentino soluzioni alternative, ma per le donne che soffrono di gravi disturbi legati alla menopausa, la terapia HRT nelle dosi più basse possibile apporta un enorme miglioramento alla qualità della vita.
Recenti studi, come quello condotto all'universita' della California, a San Francisco, sostengono invece che numerose donne hanno trovato sollievo attraverso dosi minime di antidepressivi, come il Prozac, o altri farmaci generalmente usati per curare l'insonnia e la pressione alta.



Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante