Tumore alla prostata, l’efficacia di darolutamide

Aumenta la probabilità di sopravvivenza

Tumore alla prostata_5397.jpg

Nuovi dati indicano che darolutamide dimostra una buona tollerabilità anche con un periodo di trattamento prolungato. Tra gli uomini con tumore della prostata resistente alla castrazione non metastatico (nmCRPC) ad alto rischio di metastasi, il 98.8% dei pazienti ha ricevuto la dose prevista di 600 mg due volte al giorno a un tempo mediano di trattamento di 25.8 mesi, aumentando la probabilità di prolungare significativamente la sopravvivenza e minimizzando al contempo gli effetti collaterali della terapia.
“Esistono molte terapie approvate che determinano un aumento della sopravvivenza globale (OS) nei pazienti con nmCRPC, tipicamente asintomatici. Tuttavia si evidenziano differenze nei profili degli eventi avversi (AE), che includono, ad esempio, fatigue, cadute, fratture, rash, deterioramento mentale e cognitivo e ipertensione; tali eventi avversi possono limitare le attività ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | prostata, tumore, darolutamide,

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 60993 volte