L’inquinamento atmosferico aumenta il rischio di demenza

Riduzione del volume dell’ippocampo legata alle polveri sottili

Varie_5474.jpg

Uno studio particolarmente innovativo, quello condotto dai ricercatori del Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze, che hanno pubblicato la prima meta-analisi dose-risposta mai realizzata riguardante gli effetti dell’inquinamento atmosferico sull’ippocampo, struttura cerebrale di grande importanza per la memoria e per il decadimento cognitivo.
Prima autrice della ricerca è la ventiquattrenne modenese Erica Balboni, laureatasi in Fisica a Unimore, attualmente specializzanda in Fisica Sanitaria presso il Policlinico di Modena e assegnista di ricerca al Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze (BMN) nell’ambito del progetto ministeriale ‘Dipartimenti di Eccellenza 2018-2022’, precedentemente coordinato dal Prof. Carlo Adolfo Porro e ora diretto dal Prof. Michele Zoli.
Lo studio, in corso di pubblicazione sulla rivista internazionale di Sanità ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | demenza, ippocampo, polveri,

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 95132 volte