(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) valutare la sicurezza e l’efficacia del farmaco su circa 2.000 pazienti sia nella fase avanzata della malattia sia in quella iniziale.
Oltre a questo filone di ricerca si sta analizzando anche l’efficacia dell’iperfosforilazione della proteina Tau, anch’essa responsabile di ammassi che provocano neurodegenerazione.
Ricerche che tentano finalmente di dare risposte alle migliaia di pazienti e familiari colpiti dall’Alzheimer e dai disagi che la malattia comporta.

12/10/2021 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai le notizie più importanti.

Notizie correlate

Alzheimer, un test delle urine per scoprirlo prima

  • Alzheimer, un test delle urine per scoprirlo prima Acido formico come possibile biomarcatore
    (Leggi)


Alzheimer, scoperto un biomarcatore fondamentale

  • Alzheimer, scoperto un biomarcatore fondamentale Forse la vera ragione dell’inefficacia delle terapie
    (Leggi)


Una goccia di sangue per scoprire l’Alzheimer

  • Una goccia di sangue per scoprire l’Alzheimer Nuova tecnologia può rilevare la presenza della malattia
    (Leggi)


Un farmaco per il diabete riduce il rischio di demenza

  • Un farmaco per il diabete riduce il rischio di demenza La terapia con tiazolidindione si mostra efficace
    (Leggi)


I segni della demenza presenti anni prima della diagnosi

  • I segni della demenza presenti anni prima della diagnosi I primi segnali di compromissione cerebrali emergono già 9 anni prima
    (Leggi)


Alzheimer, la stimolazione magnetica funziona

  • Alzheimer, la stimolazione magnetica funziona Rallenta la progressione della malattia migliorando i sintomi
    (Leggi)


Stimolazione ed esercizi contro il declino cognitivo

  • Stimolazione ed esercizi contro il declino cognitivo Nuovo approccio per aumentare la memoria di lavoro
    (Leggi)


Una dieta per contrastare l’Alzheimer

  • Una dieta per contrastare l’Alzheimer Brevi cicli di dieta mima-digiuno sembrano rallentarne la progressione
    (Leggi)


L’Alzheimer preferisce le donne

Diabete e demenza, 7 consigli per ridurre il nesso

  • Diabete e demenza, 7 consigli per ridurre il nesso Abitudini sane possono abbattere il rischio di demenza nei diabetici
    (Leggi)


Alzheimer, scoperto il peptide che lo fa progredire

  • Alzheimer, scoperto il peptide che lo fa progredire LL-37 attiva il meccanismo che consente la progressione della malattia
    (Leggi)


Alzheimer, il rischio sale se hai avuto il Covid

  • Alzheimer, il rischio sale se hai avuto il Covid Gli anziani contagiati mostrano un rischio più elevato
    (Leggi)


L’insonnia aumenta i problemi di memoria

  • L’insonnia aumenta i problemi di memoria Negli anziani sono maggiori le probabilità di un declino della memoria
    (Leggi)


Nuova molecola per l’Alzheimer

  • Nuova molecola per l’Alzheimer Nuovi scenari per la cura della malattia
    (Leggi)


Moc utile per capire le condizioni del cervello

  • Moc utile per capire le condizioni del cervello La densitometria non si limita a valutare la salute delle ossa
    (Leggi)


Un antiepilettico per l’Alzheimer

  • Un antiepilettico per l’Alzheimer L’efficacia di levetiracetam nei pazienti con Alzheimer e attività epilettica
    (Leggi)


Demenza, la rigidità aortica è un fattore di rischio

  • Demenza, la rigidità aortica è un fattore di rischio Rischi maggiori per chi mostra rigidità della parete dell’aorta
    (Leggi)


L’esame del sangue che svela l’Alzheimer

  • L’esame del sangue che svela l’Alzheimer Identifica il rischio di sviluppare precocemente la malattia
    (Leggi)


Alzheimer, elementi per comprendere la neurodegenerazione

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante