(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) giorno è stato loro permesso di bere la birra, ma il secondo giorno la bevanda è stata portata subito via dopo aver assistito alle immagini.
La negazione della ricompensa destabilizza i ricordi, ma di solito il cervello riesce a ripristinarli e ad associare di nuovo la birra a sensazioni piacevoli.
A un terzo dei partecipanti è stata somministrata un'infusione endovenosa di ketamina, a un terzo un'infusione placebo e all'ultimo terzo dei volontari ketamina, ma senza aver precedentemente completato l'attività di recupero della memoria.
La ketamina impedisce il processo attivo di ricollocamento della memoria, bloccando il recettore cerebrale necessario per ristabilire i ricordi. A 10 giorni, le persone a cui era stata somministrata ketamina dopo l'attività di recupero della memoria hanno mostrato riduzioni significative del loro bisogno di bere, e l'effetto è proseguito per i nove mesi di follow-up.
In tutti i gruppi si è registrata una riduzione della quantità di birra bevuta, ma solo i due gruppi trattati con ketamina hanno mostrato una diminuzione statisticamente significativa del consumo di alcol. Solo le persone del gruppo sottoposto a recupero della memoria e infusione di ketamina hanno ridotto il numero di giorni in cui bevevano e i comportamenti legati al binge drinking.



Leggi altre informazioni
17/02/2020 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante