Autismo, diagnosi a 2 anni per ridurne i sintomi

La diagnosi precoce consente di ottenere miglioramenti sensibili

Autismo_5754.jpg

Prima si interviene meglio è. Un principio quasi sempre valido in medicina, ma ancora di più per alcune malattie come l’autismo. Uno studio pubblicato su Autism da ricercatori dell’Università Ben-Gurion del Negev, in Israele, sostiene che la diagnosi precoce – cioè prima che il bambino abbia 2 anni e mezzo – consenta di ridurre le manifestazioni più grave dell’autismo e di ottenere miglioramenti evidenti sul piano delle relazioni sociali.
La ricerca ha preso in esame 131 bambini con diagnosi ottenuta fra 1 e 5 anni di età, seguendoli per 1 o 2 anni per verificare la comparsa dei sintomi autistici. I risultati mostrano che fra i bambini che avevano ricevuto la diagnosi prima di compiere 2 anni e mezzo le probabilità di osservare miglioramenti sensibili nei sintomi sociali dell’autismo erano 3 volte più alte rispetto ai bambini che avevano ricevuto una diagnosi in età successive.
Nessuna ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | autismo, diagnosi, sintomi,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 184395 volte