(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) ovvero la meditazione di consapevolezza.
Il campione è stato diviso in due sottogruppi, il primo dei quali formato da 10 persone e sottoposto a MSBR, mentre gli altri 9 pazienti hanno ricevuto la cura standard. Il primo gruppo praticava una meditazione della durata di 45 minuti per 5 giorni alla settimana.
I soggetti sono stati seguiti sia prima che dopo l’inizio della terapia, e ne è stato valutato il grado di consapevolezza e autoefficacia. I volontari dovevano inoltre tenere una sorta di diario nel quale segnare gli episodi di emicrania.
“Abbiamo scoperto che i partecipanti all’MBSR tendevano ad avere un minor numero di emicranie, e che queste erano meno gravi. Gli effetti secondari, oltre al mal di testa di durata più breve e meno invalidante, erano che i partecipanti avevano acquisito miglior consapevolezza e autoefficacia, ossia un senso di controllo personale sulle loro emicranie. Inoltre, non ci sono stati eventi avversi e un’eccellente adesione”.
La riduzione degli episodi rispetto al gruppo di controllo è stata pari all’1,4 per cento, ma soprattutto le crisi sono state più brevi e meno intense.
“Per chi soffre di emicrania, vi è grande necessità di strategie di trattamento non-farmaceutiche. Medici e pazienti dovrebbero sapere che l’MBSR è un intervento sicuro che potrebbe potenzialmente diminuire l’impatto dell’emicrania”, conclude Wells.
Leggi altre informazioni
13/09/2014 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante