(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) sintomi negativi, ovvero difficoltà di interazione sociale e anedonia; infine, deficit cognitivi.
Tuttavia, tali sintomi sono estremamente variabili da individuo a individuo, tanto che la schizofrenia può essere vista come uno spettro di patologie piuttosto che un'unica malattia.
Il team di Papaleo ha dimostrato per la prima volta su modello murino che riducendo l'espressione del gene Arc si manifestano diverse anomalie comportamentali, fra cui deficit cognitivi selettivi, disfunzioni sociali, perdita di abilità senso-motorie, ipersensibilità ad alcuni farmaci stimolanti come le anfetamine.
Arc si rivela importante anche perché regola il sistema dopaminergico cerebrale. La soppressione del gene provoca una riduzione dei livelli di dopamina nella corteccia prefrontale e un eccesso nel tessuto striatale, presente nelle zone più interne del cervello. Si tratta dello stesso squilibrio accertato nei pazienti affetti da schizofrenia.
I ricercatori hanno anche dimostrato che la somministrazione di stimolatori di dopamina nella corteccia prefrontale ha l'effetto di far recuperare ai soggetti le normali capacità cognitive. La somministrazione di inibitori nel tessuto striatale ripristina invece le funzioni senso-motorie.
La scoperta dei ricercatori italiani consente di approcciarsi in maniera diversa alla malattia, prefigurando la possibilità futura di una diagnosi precoce grazie a test genetici e la somministrazione di farmaci in situ da affidare a nanoparticelle ingegnerizzate, così da essere indirizzate in zone specifiche del cervello.
Leggi altre informazioni
13/09/2016 Andrea Piccoli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante