I risvegli notturni aiutano a fissare la memoria

I microrisvegli servono a resettare il cervello

Varie_6104.jpg

I risvegli notturni non sono così dannosi come sembrerebbe. Secondo uno studio dell’Università di Copenaghen i microrisvegli notturni sono del tutto normali e, anzi, indicano l’esistenza di un sonno ristoratore e un beneficio per la memoria.
I risvegli sono causati dalla noradrenalina, ormone dello stress che serve a rimanere concentrati ed è sempre attivo durante le ore di veglia.
"Abbiamo visto che la noradrenalina può causare fino a cento microrisvegli notturni, che però non sono risvegli veri e propri. Dal punto di vista neurologico si è svegli perché l'attività cerebrale è la stessa di quella del giorno, ma questi momenti sono così brevi che la persona neppure se ne accorge", ha spiegato Mie Andersen, una delle autrici dello studio.
Questa manciata di secondi è associata al consolidamento dei ricordi della giornata. "È come un reset del cervello che si prepara a mettere da ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | sonno, risvegli, memoria,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 184395 volte